Erasmus+ Eu-Reading Circles in Abruzzo: inclusione e partecipazione sociale nei gruppi di lettura in Europa

Fattitaliani


di Lucia Russo

Appuntamento a Chieti e Pescara dal 3 al 5 marzo per la nuova tappa del progetto internazionale ERASMUS + EU-Reading Circles, avviato pubblicamente lo scorso 15 ottobre e rivolto agli adulti con l’obiettivo di incrementare le competenze di lettura e le abilità comunicativo-sociali per l’esercizio della cittadinanza attiva e l’inclusione.

Le giornate di questo secondo incontro - dal tema “I gruppi di lettura: condividere esperienze per l’inclusione e la partecipazione sociale” - sono state promosse dall’Università G. d’Annunzio di Chieti-Pescara, Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali e dall’Associazione Culturale SmartLab Europe di Pescara, ovvero i due partner abruzzesi del progetto Eu-Reading Circles, cofinanziato dall’Unione Europea, con un partenariato strategico composto da Università, Biblioteche e Associazioni di cinque paesi europei (Italia, Francia, Polonia, Grecia, Spagna), con l'università di Siviglia capofila.

Il calendario dei lavori e i temi di approfondimento sono stati anticipati in una riunione operativa tenuta lo scorso 23 febbraio, in cui le principali referenti italiane hanno esposto le linee guida sia dei lavori svolti, sia di quelli imminenti. Fatto il punto, in introduzione, dalla Professoressa Ilaria Filograsso, dell’Università D’annunzio di Chieti, la professoressa Annarita Bini, Presidente dell’Associazione SmartLab Europe, ha richiamato la condivisione della componente formativa come uno degli sforzi principali del progetto, laddove la rilevanza della partecipazione e delle comunità nell'apprendimento permanente degli adulti, è stata sottolineata dalla dottoressa Alessandra Ceccarelli, Responsabile della comunicazione dall'agenzia Erasmus ed Epale Italia, che il 5 marzo paleserà come il percorso formativo e progettuale veda i partner ben collegati alle attuali priorità europee nel programma.

Tra le novità di rilievo, anche la possibilità di un patto di collaborazione da avviare con le organizzazioni interessate per il raggiungimento degli obiettivi previsti dal progetto.

Nel complesso, i lavori del 3, 4 e 5 marzo p.v. verteranno sul tema dell’implementazione dei gruppi di lettura e della creazione di rete, e saranno strutturati attorno a due gruppi, il primo dei quali - composto dai partner del progetto - avrà il compito di partecipare a momenti formativi specifici utili all'attivazione di programmi di promozione della lettura. Non mancherà l’intento di condividere modelli, strategie, pratiche e tecniche che siano stati oggetto di una specifica formazione e riflessione.

Il gruppo due è invece il gruppo target, composto da soggetti ai quali il primo si rivolge per l'attivazione di nuovi percorsi di lettura. Sostanzialmente, è indirizzato ad adulti con scarse abitudini e motivazione alla lettura, da coinvolgere in attività di re-motivazione, formazione, acquisizione di particolari abilità necessarie a superare il divario iniziale. Naturalmente, l'obiettivo generale include lo scambio di buone pratiche sulla promozione della lettura e di iniziative sul territorio, che possano portare l'attenzione sull'importanza della riforma per la promozione della lettura, della cittadinanza per l'inclusione sociale.

PROGRAMMA

I lavori del 3 marzo si apriranno alle ore 10.00 a Chieti, con l’accoglienza delle delegazioni e i saluti istituzionali, e proseguiranno con gli interventi e l’attività formativa di Luca Ferrieri e Luigi Gavazzi, due massimi esperti dei gruppi di lettura in Italia, che con le loro relazioni cercheranno di focalizzare l’attenzione proprio sugli aspetti identitari dei gruppi di lettura.  

Luca Ferrieri, direttore dei Servizi culturali bibliotecari del Comune di Cologno Monzese, è un grande bibliotecario e uno studioso dei processi di lettura e delle tecniche di promozione di lettura.

Suoi interventi e saggi sono apparsi su referenziate riviste di settore. Fra i libri di cui è autore, si ricordano “La lettura spiegata a chi non legge” (Milano Editrice Bibliografica, 2011), “Fra l’ultimo libro letto e il primo nuovo da aprire”, (Firenze, Olschki, 2013), e “La biblioteca che verrà”, l’ultima sua opera.

Il giornalista Luigi Gavazzi organizza e partecipa da anni a gruppi di lettura ed è fondatore del blog gruppodilettura.com: un laboratorio di analisi e approfondimento della fenomenologia della lettura condivisa, oltre che autore del libro “I gruppi di lettura - Come, dove e perché leggere insieme”.

Si sottolinea che i gruppi di lettura e altre organizzazioni interessate al progetto potranno partecipare online all’attività di formazione prevista in programma.

Per iscriversi e ricevere il link di collegamento a questa attività di formazione è necessario compilare per tempo il seguente modulo: https://forms.gle/v8Ypi8nuPEQGq7wX7

Seguiranno il 4 marzo a Pescara dei momenti riservati ai partner del gruppo, alcuni laboratori sulle tecniche di strategie legate ai media, ai linguaggi, al teatro e al video making. I laboratori del 4 vengono svolti nella biblioteca diocesana "Carlo Maria Martini. Per la lettura ad alta voce, il podcast, l’esperto sarà Alfonso Cuccurullo che è un grande attore e promotore della lettura, un formatore per Nati per leggere, mentre Enrico Coppola è l’esperto che si occuperà del laboratorio-video.

L'ultimo momento previsto è per la mattina di sabato 5 Marzo nella Sala Tosti dell'Aurum a Pescara, e vedrà i rappresentanti delle varie delegazioni europee che prenderanno la parola per raccontare quello che sta accadendo nei loro territori, con le dovute differenze legate alle diversità dei  contesti, delle emergenze, delle specificità e delle esigenze anche educative - potremmo dire dei territori - e interverrà il dottor Angelo Piero Cappello, direttore del CEPELL cioè il Centro per il libro e la lettura, con una relazione sulle politiche della promozione della lettura in Italia, alla presenza del sindaco e delle autorità locali.

Sabato 5 marzo, ore 09:30, l’incontro seminariale sarà aperto alla cittadinanza e verranno sottoscritti i patti di collaborazione con i partner associati in Abruzzo. In virtù di quanto previsto dalla progettazione Erasmus, è infatti stata promossa la collaborazione nei territori di altri soggetti quali partner associati ovvero altre organizzazioni del settore pubblico o privato che possono concorrere alla realizzazione di attività senza ricevere finanziamenti. Varie richieste di prenotazione sono state presentate da soggetti pubblici e privati che parteciperanno in presenza.

Il progetto Erasmus + EU Reading Circles dovrebbe concludersi a settembre 2022, anche se non si esclude una proroga perché essendo nato in tempo di pandemia, inevitabilmente in alcuni mesi non è stato possibile lavorare al meglio in presenza.

 

 

Fattitaliani

#buttons=(Accetta) #days=(20)

Questo sito utilizza cookie di Google per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più
Accept !
To Top