Sesto e il 1° album "Pianosequenza" con la sua "curiosità come uomo e come artista". L'intervista di Fattitaliani

Fattitaliani

Uscito qualche giorno fa per Le Siepi Dischi e in distribuzione Believe Digital "0+0" il nuovo singolo di Sestoin cui critica la società in cui viviamo, ricordandoci di quanta disattenzione e insensibilità ci sia nel “giocare con il fuoco degli altri”, e di quanto invece sia diventato normale dare troppa attenzione a cose che non hanno valore. Il brano anticipa la pubblicazione dell'album d'esordio solista di Alessandro Giorgiutti (foto di Pietro Bettini): ne parla a Fattitaliani. L'intervista.

Siamo prossimi alla pubblicazione di "Pianosequenza": quante emozioni e quanto lavoro ci stanno dietro? 

Molta emozione ma forse più voglia che finalmente si possa ascoltare il disco per intero, senza interruzioni, senza la pubblicità. Le canzoni hanno un legame, il disco un filo conduttore! Tutto questo si spezza secondo me con la legge dei singoli. Dove sta la magia ? 

In che maniera le canzoni dell'album ti faranno conoscere come persona e come artista? 

Ci sono dentro canzoni autobiografiche, storie vere e storie di fantasia, ci sono personaggi che ho incontrato e che evidentemente hanno lasciato il segno. C'è dentro anche se velata, la mia visione su certi argomenti toccanti, il costante dubbio che ci attanaglia. C'è la mia curiosità come uomo e come artista. Anche se siamo la stessa persona.
Che cosa vi troveremo del tuo "peregrinare" nel mondo?
Non lo so di preciso, sicuramente alcuni viaggi fatti negli ultimi hanno mi hanno messo davanti a realtà fino ad allora sconosciute. Da questa parte del mondo siamo dei privilegiati e può essere che nel corso della tua vita non debba toccare con mano la povertà, la violenza, la paura di vivere in un posto senza futuro.
In quale aspetto possiamo rintracciare nella tua musica Trieste e la sua atmosfera?
Dalla finestra di casa vedo il mare, ogni giorno, vedo le navi arrivare e partire di nuovo. Questo continuo movimento, questa città porto mi ricorda sempre che è importante muoversi per non rimanere fermi, magari anche solo con l'immaginazione.
Ti è mai capitato durante la scrittura di una canzone di pensare a una persona precisa su cui comporla?
Scrivendo per altri, su misura diciamo, sì. Ma di solito i testi che poi utilizzo per me hanno più a che fare col subconscio, forse solo dopo mesi che la riascolto riesco ad associarla a qualcuno o qualcosa di realmente accaduto.
I personaggi di cui parli nell'album non sono vincenti: cosa speri che il pubblico recepisca?
Mi piace quando capita che l'ascoltatore mi dica “ho capito parli di questo”, anche se il bello è che ognuno si fa la sua storia in testa. È l'interpretazione libera del testo che mi affascina, è questione di esperienze e di punti di vista e per fortuna ognuno c'ha le proprie. Ad ogni modo questi personaggi "comuni" io li vedo come dei supereroi.
0+0 può esserne il biglietto da visita?
Il disco nella sua totalità è il biglietto da visita, solo per chi oggi ha il tempo di ascoltare un disco intero, con attenzione. La canzone in se è un tassello fondamentale o almeno io voglio vederla cosi. Giovanni Zambito.
BIO:
Sesto è lʼalias di Alessandro Giorgiutti, già conosciuto produttore e autore di Trieste. Sesto sceglie questo pseudonimo perché, in questa corsa disperata a chi arriva primo, lui preferisce camminare, senza guardare a classifiche, a graduatorie, senza voler neanche salire su un podio. Nel basket, il sesto uomo è lʼoutsider, pur ricoprendo un ruolo importantissimo per la squadra senza esserne la stella. Sesto è anche quel senso in più, che non tutti hanno, lʼintuito, lʼistinto.
Attivo come produttore e sound engineer, sfrutta le esperienze in studio e dal vivo, che lo hanno portato negli Stati Uniti, Sudamerica e quasi tutta Europa, per assorbire nuove sonorità e farsi contaminare il più possibile. In 4 anni scrive senza sosta ma a dare linfa vitale al nuovo lavoro è lʼincontro con Paolo Baldini, bassista, produttore e dub master di fama internazionale che ha portato Sesto a riscrivere, riarrangiare e poi riscrivere ancora gran parte dei brani. Da questo lavoro escono i brani che faranno parte dellʼalbum dʼesordio, “Pianosequenza”, in uscita a inizio 2022 per Le Siepi Dischi con il supporto di WAVES Music Agency. Dodici brani che vanno a toccare stili diversi, da Lucio Dalla a Bon Iver, passando per i The National, ma che mantengono un unico filo conduttore: la sua voce. Lʼalbum è una raccolta di storie di personaggi quasi cinematografici che non appartengono alla categoria dei vincenti, un album quasi neorealista che porta allʼattenzione dellʼascoltatore la realtà che ci circonda. Dunque, “Pianosequenza” rappresenta appieno la filosofia di fondo del progetto Sesto, per cui non è importante essere i vincenti: la vecchina, i migranti, i tassisti, i senzatetto sono i suoi veri e soli eroi.

Fattitaliani

#buttons=(Accetta) #days=(20)

Questo sito utilizza cookie di Google per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più
Accept !
To Top