Giovanni De Rosa, uno scrittore che sa unire genere e attualità. L'intervista

Fattitaliani

di Laura Gorini - Ogni personaggio è una parte di me, un figlio che ho creato ed al quale cerco di dare attenzione ed amorevolezza, perché rappresenta una cellula della mia fantasia.

Giovanni De Rosa è uno scrittore assolutamente e più che mai “di genere” che riesce magistralmente a creare opere capaci di tenere il lettore con il fiato sospeso, per il quale è anche quasi difficile anche prendere una posizione decisa, oltre che attualizzare il tutto e renderlo compatibile nel mondo attuale dove a causa di un “nemico invisibile” non c'è più tutta la libertà che c'era in precedenza. Vediamo cosa ci racconta in questa splendida chiacchierata a cuore aperto.

Giovanni sei da poco tornato alla ribalta con il tuo ultimo romanzo Aucun, da cosa è nata l'ispirazione per questa tua nuova opera?

Lo spunto è nato da una riflessione: “Molto spesso i rapporti interpersonali finiscono perché siamo vittime di aspettative reciproche.” Philip, il protagonista, sa che non troverà mai la donna capace di rispondere a tutti i suoi bisogni, e non vuole soffocare chi incontra con le sue richieste. La soluzione diventa creare un “harem”: da ognuna prenderà il dono di cui è in possesso, senza esigere qualità che non le appartengono.

Nessuna aspettativa, nessuna delusione ed ognuna libera di essere quello che è. Poi lo sviluppo della storia è un attimo di magia. Mi lascio trasportare dal flusso della fantasia.

Aucun per altro possiamo dire che è un libro attualissimo, non per nulla è citata anche la pandemia da Covid-19 con la quale il mondo sta ancor ora facendo i conti. Tu, da scrittore, come hai vissuto questo periodo e come stai vivendo quello odierno?

Questo periodo è stato altalenante: prima la destabilizzazione per qualcosa che non si conosceva e che non si sapeva come affrontare, una nuova realtà che sembrava un sogno. Col passare del tempo l'idea che potesse nascere un'opportunità da questa crisi: valorizzare sentimenti, alimentando lo spirito e ridimensionando la rincorsa all'affermazione dell'ego e dell'avidità materiale. A tratti nell'ultimo anno rabbia perché impotenti di fronte a qualcosa che è molto più grande di noi, e che sembra non finire. Tanto isolamento, perdita del contatto soprattutto fisico, eccesso di introspezione. Ma non perdo la speranza che tutto possa migliorare, e che il mondo si colori di nuovo di leggerezza e condivisione.

Si tratta di un'opera corale, ove sono presenti di conseguenza molti personaggi, a quale di questi ti senti maggiormente legato e perché?

Ogni personaggio è una parte di me, un figlio che ho creato ed al quale cerco di dare attenzione ed amorevolezza, perché rappresenta una cellula della mia fantasia. Come in una grande orchestra ogni strumento è indispensabile per esaltare una sublime melodia, nella mie storie ogni personaggio contribuisce in egual misura allo sviluppo della trama creando immagini coinvolgenti negli occhi e nell'anima del lettore, e dando forma al mio sogno.


Pensi che questo libro possa avere un sequel?

Non credo. Non amo ripetermi nei libri successivi. Ogni romanzo è un nuova scoperta, una nuova terra da visitare...perché il mondo è tutto da scoprire senza soffermarsi in nessuna casa, seppur meravigliosa. Credo che l'anima debba sempre avere il coraggio di perlustrare nuove strade, dove scoprire un'altra parte di sé.

Il Giovanni scrittore di oggi, di ieri e di domani, da dove sei partito, dove ti vedi ora e che cosa ti aspetti da futuro imminente?

All'inizio pensavo fosse solo una passione. Ma dietro c'era un bisogno: esprimere le proprie emozioni e farsi ascoltare. Quello che mi sostiene ora e spero in futuro è il desiderio di raccontare storie avvincenti, che possano diventare immagini nella mente creando la stessa magia di quando si guarda un film coinvolgente, accompagnate da parole che tocchino le corde più profonde del cuore. Si scrive per essere letti: non può esserci emozione più bella se non quella condivisa, in un cammino fantasioso mano nella mano.

Fattitaliani

#buttons=(Accetta) #days=(20)

Questo sito utilizza cookie di Google per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più
Accept !
To Top