sabato 4 dicembre 2021

Dante, Giotto e l'amore: il "Vittorio Nazionale" all'Olimpico dall'8 dicembre con uno spettacolo unico e diverso ogni sera, parola di critico!

Da un'idea di Sabrina Colledi Emanuela Del Zompo.Dopo la sconfitta elettorale con Rinascimento, partito da lui stesso creato, Vittorio Sgarbi, torna a parlare di arte e non solo (veltamente cita la politica italiana) con Dante Alighieri ed uno spettacolo sull'Amore dove Piccarda è un modello assoluto: "la mia idea dell'Amore è quella di Dio, esordisce il critico d'arte e i canti scelti nello spettacolo con le musiche di Valentino Corvino, sono incentrati sull'amore come quello di Paolo e Francesca.

Dopo Roma, lo spettacolo  ( con il Patrocinio del Ministero dei Beni Culturali) sarà in tournée fino al 5 febbraio 2022 ossia fino alle elezioni quando si faranno, con circa 100 repliche ed ognuna diversa ogni sera, facendo interagire anche il pubblico. Non manca certo un riferimento a Benigni che Sgarbi definisce, lettura insulsa! La figura di Giotto, fortemente voluta dalla produzione Corvino, racconta Francesco D'Assisi ma il fulcro di questo progetto rimane la donna, vera, potente ed immensa. La scenografia rappresentata da Inferno, Purgatorio e Paradiso è stata allestita con delle spirali con luci colorate, accompagnate dalla didascalia della musica di Corvino. Alla domanda come nasce lo spettacolo, Vittorio Sgarbi risponde, "dalla necessità di vedere Giotto con occhi nuovi e ascoltare quei canti della Divina Commedia sull'amore (paragonato a Dio).
Se Caravaggio, Leonardo, Michelangelo e Raffaello hanno entusiasmato il pubblico, questo nuovo incontro sicuramente sorprenderà come del resto sa sempre fare Vittorio Sgarbi!