lunedì 8 novembre 2021

Come scongiurare lo spopolamento: Puglianello inverte la tendenza nel Sannio


Intervento di Francesco Maria Rubano, Sindaco di Puglianello. 

“In Italia sono oltre cinquemila i Comuni con meno di 5000 abitanti e tutti sono afflitti dalla piaga dello spopolamento. Nel Meridione, però, il nostro Comune ha saputo invertire la rotta e risalire la “corrente” della denatalità e dello spopolamento. È la nostra Puglianello, borgo incastonato in pianura, tra le valli e i monti del Sannio, in Provincia di Benevento, con meno di duemila abitanti che, nonostante la pandemia e l’area notoriamente depressa, ha visto la propria popolazione incrementare. 

La nostra cittadina, di 1340 abitanti, è un caso unico nel suo genere ed è una “mosca bianca” anche nella stessa provincia: territorio che ha perso 20 mila abitanti negli ultimi 10 anni (di cui 13 mila nell’ultimo triennio). Come spiegare i risultati del piccolo centro sannita? Merito della nostra amministrazione che ha saputo fare del rapporto con i cittadini la propria mission. Nessuna improvvisazione ma solo una attenta programmazione con finalità ben precise. 

Non deve stranire se nel nostro borgo c’è stata un’inversione di tendenza, non solo rispetto al Sannio e alla Campania, ma all’Italia dei piccoli Comuni. In questi anni di sindacatura, abbiamo lavorato sodo per sfruttare la posizione strategica del nostro territorio e il suo asse viario. Infatti, Puglianello ha un’uscita sulla SS 372 Telesina che la piazza ad equa distanza tra la Napoli-Bari e la Napoli-Milano. Inoltre, il comune è attraversato dalla Fondo Valle Isclero che crea un collegamento veloce con la provincia di Caserta, agevolando i traffici commerciali con quella zona così come con il CIS di Nola. A questo dobbiamo aggiungere una politica fiscale vantaggiosa che vede nell’aliquota comunale per l’IMU la più bassa d’Italia, al 6,9 per mille ed una riduzione di oltre 15 punti della Tares. Abbiamo improntato l’azione amministrativa al contenimento degli sprechi, così come agli investimenti infrastrutturali come testimoniano il varo del nuovo PUC e l’Area Industriale altamente infrastrutturata che attrarrà aziende nuove o in fase di ampliamento e creerà nuovi posti di lavoro. Per fare un esempio, in un anno difficile come quello della pandemia, a Puglianello sono sorte sei nuove realtà produttive e, subito dopo la prima fase emergenziale, il Comune era già Covid free, grazie a uno screening a tappeto e ad una buona campagna vaccinale. Siamo stati anche i primi in tutta la provincia a varare in sinergia con la Asl un open Day dedicato alla somministrazione dei vaccini. 

Come amministrazione cittadina, stiamo facendo sì che il Municipio sia sempre più una “casa di vetro”, prestando anche attenzione alla soddisfazione dell’utente, attraverso appositi questionari, interpellando i cittadini che hanno immobili da affittare o vendere e creando le condizioni per incrociare domande e offerte che invece pervengono da fuori. Ciò testimonia che, con amministrazioni comunali che lavorano alacremente, anche i comuni più piccoli e periferici possono avere quel giusto appeal per attirare giovani e meno giovani così come aziende e realtà produttive, così come sta accadendo nella nostra Puglianello, piccola isola felice nel Mezzogiorno”.