lunedì 2 agosto 2021

Notti d'agosto, Goggi-Califano cantano un'intensa ma fugace passione estiva

Bellissima canzone scritta da Franco Califano e Totò Savio e incisa nel '75, "Notti d'agosto" rivive d'intensità grazie alla voce di Loretta Goggi che la pubblica nel 1980, inserita nella recente compilation "Stelle una sola ce n'è"

Insieme in una puntata di "Tale e quale show" hanno accennato al brano, che racconta un'intensa ma fugace passione di una vacanza estiva.

Buone vacanze a tutti!

Il testo

Le notti d’Agosto hanno sempre un sapore di festa

E noi come scemi se semo montati la testa

L’Estate fa sogna’ e ce se po’ casca’

Ma alla fine che resta?


Una discoteca, un ballo, un’illusione in più

Ma alla cosa seria c’hai creduto pure tu


La Luna muoveva coi fili le due marionette

Io e te sulla spiaggia di notte


Chi più di noi ha creduto in un amore?

Chi ha passato tante notti sveglio in riva al mare?

Chi più di me t’ha ‘mbriacato de parole?

Poi me ne andai così dimenticandomi di te


Una Discoteca un ballo un’illusione in più

E nell’illusione sei caduto pure tu


Chi più di noi, c’è rimasto male più di noi?


E noi come scemi se semo montati la testa

L’Estate fa sogna’ e ce se po’ sbaglia’

Ma alla fine che resta?


Le notti d’Agosto so’ sempre padrone d’er core

Le solite notti di mare


Chi più di noi ha creduto in un amore?

Chi ha passato tante notti sveglio in riva al mare?

Chi più di me t’ha ‘mbriacato de parole?

Chi se n’è andata poi dimenticandosi di te


Una Discoteca, un ballo, un’illusione in più

E nell’illusione sei caduto pure tu


Chi più di noi, c’è rimasto male più di noi?