sabato 17 luglio 2021

Paolo Fresu in “Tempo di Chet” chiude in bellezza Sannio Music Fest di Benevento

La rassegna Sannio Music Fest di Benevento chiude in bellezza con il concerto di Paolo Fresu in “Tempo di Chet”.Il sardo Paolo Fresu alla tromba ha suonato scalzo per oltre un’ora al Teatro Romano di benevento il 16 luglio, accompagnato da Dino Rubino al piano e Marco Bardoscia al contrabbasso, incantando il numeroso pubblico presente con sonorità jazz romantiche e ritmate. I musicisti che accompagnano Fresu in tour questa estate suonano già insieme nel progetto cameristico “Altissima Luce”. Grazie alla raffinata tromba di Paolo Fresu si è creato un magico dialogo a tre voci di grande impatto emotivo e intellettivo. Questo trio è stato voluto in questa forma da Fresu per l’avventura teatrale del progetto “Tempo di Chet -La versione di Chet Baker” prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano. Tutte le musiche, composte da Fresu, sono prodotte dal trio e appaiono anche sul cd “Tempo di Chet”, in vendita alla fine di ogni concerto. Emozionato per la ripresa degli spettacoli dal vivo, Paolo Fresu, che sta portando in scena questa estate la parte musicale di uno spettacolo teatrale che ha visto circa 10 repliche prima della pandemia, ha voluto ringraziare e ricordare tutte le manovalanze e i tecnici che lavorano dietro le quinte di ogni spettacolo, musicale, teatrale e degli eventi in generale, che sono stati fermi e hanno rischiato di perdere il lavoro in alcuni casi per colpa del lockdown imposto dall’emergenza da convid-19.

I beneventani presenti al Teatro Romano hanno di certo apprezzato questo trio inedito, che ha saputo fondere sul palco le reciproche esperienze e i loro diversi stili musicali, che hanno espresso la loro ammirazione con entusiasmo e fischi di partecipazione gioiosa oltre a grandi applausi. A fine concerto, l’artista sardo, noto ormai in tutto il mondo, è sceso giù dal palco per suonare l’ultimo pezzo “in mezzo al pubblico” subito sotto il palco. L’evento ha visto la presenza della direttrice regionale dei musei campani, Marta Ragozzino, che ha detto: “una serata come questa è una festa per il Teatro Romano ma più ancora per l’intero territorio della provincia di Benevento, con un calendario di appuntamenti ben costruito per ripartire con l’energia giusta, il coraggio e la determinazione ma soprattutto con gioia, vivendo una esperienza culturale, artistica, musicale importante come quella di questa sera. Sono felicissima di esserci perché voglio condividere questa grande festa con il direttore Ferdinando Creta e con tutto il suo staff, in questo luogo così importante ed al quale teniamo tanto”.

Roberta Mazzacane