lunedì 23 novembre 2020

Giulia Cima, Eccellenza internazionale nello sport. L'intervista

Una donna forte e tenace, sempre dalla parte delle donne ma con estrema sincerità, spesso non ben vista. Un mix esplosivo di fascino e fisico mozzafiato, queste sono le caratteristiche che rendono il personaggio di questa intervista, Giulia Cima, una campionessa non solo nello sport ma anche nella vita..

-        Quando nasce la tua passione per lo sport?

La mia passione per lo sport nasce da piccolissima. La mia iperattività portò mia madre a far in modo che io sfogassi tutto in palestra iniziando con la corsa poi il judo ma era troppo da maschi allora optammo per la palestra: ero così magra ed era un buon modo per mettere qualche chilo di muscolo.

-  Due importanti titoli mondiali ti hanno resa una vera protagonista dei campionati mondiali, avresti mai pensato un giorno di diventare un personaggio di riferimento?

Non ci ho mai pensato ero troppo impegnata nel competere. Poi a volte in giuria molte donne mi avvicinavano dicendomi sei per me un esempio ..beh, una grande gioia per me.

-           Quali sono secondo te i segreti del tuo successo?

I segreti del successo credo siano la costanza la  caparbietà e la serietà con cui affronti le cose. Poi una buona dose di fortuna io non ne ho avuta moltissima altrimenti sarei arrivata in America..

-     Tanti i sacrifici che hai affrontato nella vita, sia come donna e come mamma, "ripartire da zero" sempre e comunque a testa alta, questo il tuo obbiettivo principale che da sempre ti contraddistingue...

Sì, tanti sacrifici soprattutto all’inizio delle mie esperienze sia come mamma che come atleta. Il ripartire da zero mi ha insegnato a farlo con più spinta e più motivazione..

-          Orami nei campionati sei uno dei giudici più apprezzati e richiesti, quali sono i parametri che porti avanti?

Amo fare la giurata, mi ha aperto molto la mente ho imparato tanto e mi mette in evidenza gli sbagli che si compiono durante una preparazione... porto avanti con fermezza il sacrificio che vedo sui palchi negli atlteti e cerco sempre di onorarlo.

-         Anche nel tuo privato, con le esperienze, sei una donna che persegue la sincerità. Nel panorama sportivo sei considerata un'eccellenza assoluta, richiesta ormai in tante gare e competizioni, prima o poi paga essere così sinceri, anche nel ruolo di giudice?

Beh, credo che il mio privato da donna sposi molto il mio modo di giudicare e di essere atleta. Secondo me la sincerità spaventa molto ma alla lunga paga. Basta saper aspettare.

-          Giulia Cima come mamma com’è?

Se avessi fatto i campionati del mondo da mamma l'avrei vinti tutti. Vivo per mia figlia ..

-          Un consiglio che vorresti dare alle donne che vogliono intraprendere la tua carriera, ricca di soddisfazioni ma soprattutto di rivincite..

La rinascita in una donna credo sia la cosa più bella che si possa vedere. Le donne a volte si annullano la gravidanza, l'allattamento, la casa, uomini violenti che impongono loro una vita piatta. Ripartire da noi credo sia il miracolo più grande che c'è,  secondo me il mio sport è un ottimo trampolino di lancio..

-          La storia ci insegna che dopo un brutto periodo che sconvolge l intera umanità come questo periodo che stiamo vivendo, come vedi tu il futuro, quello della rinascita..?

Il futuro lo vedo roseo sarà di rinascita e dara molte nuove opportunità a tutti anche a quelli che per ovvi motivi si sono fermati. Torneremo ad apprezzare la vita la libertà i rapporti umani tutto ciò che davamo per scontato. Dopo tutte le grandi guerre c'è un dopoguerra. I romani spargevano sale sui campi di battaglia e tutto tornava a fiorire..