giovedì 8 ottobre 2020

Dal 5 novembre in libreria "ALADINO E LA LAMPADA MAGICA" testi di NADIA TERRANOVA illustrazioni di LORENZO MATTOTTI

Chi può affermare di conoscere bene la novella di origine orientale di Aladino e la lampada magica nella versione riportata nella raccolta delle Mille e una notte?

Sugli eccezionali disegni di Lorenzo Mattotti, un mito della narrazione per immagini, Nadia Terranova, scrittrice raffinata, è partita da lì per riscriverne una riduzione che ha saputo conservare l’inconfondibile e originario sapore esotico, miscelandolo a una lingua tutta contemporanea. La storia attraversa il tempo, ma non cambia: è quella “di un ragazzaccio di strada, delle sue avventure e di tutto quello che gli accadde: perdersi, ritrovarsi, innamorarsi, crescere, avere paura, sfidare la sorte, cadere in disgrazia, diventare coraggioso, disperarsi e divertirsi un sacco. Ci insegna soprattutto una cosa: che la fortuna non appartiene a nessuno ma è a disposizione di chi sa usarla”. Parola di Nadia Terranova.

LE PAROLE. 

Nadia Terranova è nata a Messina nel 1978 e vive a Roma. Ha studiato filosofia e si è dottorata in storia moderna. Pubblica sia storie per grandi che storie per piccoli per diversi editori e i suoi libri hanno ottenuto riconoscimenti ma lei si considera premiata ogni volta che un bambino va da lei e le fa notare qualcosa su un suo libro, qualcosa a cui lei non aveva pensato. Tiene regolarmente laboratori di scrittura nelle scuole e nelle biblioteche, scrive sui giornali e qualche volta per il teatro. Tra i suoi ultimi libri “Addio fantasmi” selezionato nella cinquina finale del Premio Strega 2019, “Gli anni al contrario” (2015) e “Omero è stato qui” (2019) illustrato da Vanna Vinci. Nel catalogo di orecchio acerbo “Bruno. Il bambino che imparò a volare” aggiudicatosi il premio Napoli e il premio Laura Orvieto.

LE IMMAGINI. 

Lorenzo Mattotti. Nato nel 1954 a Brescia, Lorenzo Mattotti è probabilmente il più importante e conosciuto fumettista e illustratore italiano. Il suo lavoro si è evoluto secondo una costante di grande coerenza, ma nel segno eclettico di chi sceglie sempre di provarsi nel nuovo e i suoi libri sono oggi tradotti in tutto il mondo. Nel 1998 si trasferisce a Parigi, e vince il premio come miglior autore di fumetti all’International ComiCon di San Diego. Nell’ottobre del 2019 esce “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”, tratto dal romanzo omonimo di Dino Buzzati, di cui Mattotti cura la regia. Nel catalogo di orecchio acerbo: “Huckleberry Finn” su testo di Antonio Tettamanti dal romanzo di Mark Twain (2012), “Hänsel e Gretel (2009) vincitore del Premio Andersen - Il Mondo dell’Infanzia Miglior Albo Illustrato 2009, “Il mistero delle antiche creature” (2007).