venerdì 4 settembre 2020

Julie debutta con il singolo "Scie chimiche": finalmente si concretizzano le mie aspirazioni. L'intervista di Fattitaliani

Oggi la giovanissima cantautrice siciliana Julie, nome d'arte di Giulia Scroppo, debutta nel mondo discografico con il singolo "Scie chimiche" uscito per Carioca Records e distribuito da Artist First: è un brano pop dalle note spensierate e romantiche in grado di trasportare l’ascoltatore in un mondo musicale allegro e frizzante, mettendolo fin da subito in una propensione positiva. Il ritmo è coinvolgente e il testo racconta di un amore giovanile vissuto con la leggerezza di quegli anni con al suo interno un dualismo costante fra elementi che si contrappongono. La canzone è nata durante il periodo di lockdown che ha costretto Julie, come il resto degli italiani, a rimanere tra le mura di casa. Perciò, di fatto, è stato ispirato dalla voglia di evasione e dalla nostalgia dei momenti passati. L'intervista di Fattitaliani.

Quali sono le sensazioni alla vigilia del debutto?
Sono molto agitata e ansiosa a dir la verità, ma allo stesso tempo carichissima ed entusiasta. È un momento molto importante per me, in cui finalmente si concretizza un po' tutto ciò a cui ho aspirato nell'ultimo periodo. Lo aspettavo da tempo e adesso non posso credere che sia arrivato.
Ci puoi riassumere le tappe che ti hanno condotto fino a "Scie chimiche"?
Scie chimiche è un brano molto romantico che ho scritto in un periodo in cui, in realtà, nella mia vita mancava solo l'amore. La Storia dietro il brano infatti è quasi del tutto un'invenzione della mia mente che ho buttato giù in un pomeriggio di noia durante la quarantena. Credo di essere stata ispirata proprio dalla voglia di rivivere i bei momenti passati e di crearne di nuovi. Quando la realtà non mi basta e non mi soddisfa mi rifugio nella fantasia e nella musica.
Quanto il tuo territorio ti ha influenzato nella voglia di emergere?
Mi ha influenzato molto, ma indirettamente in maniera negativa. Ho sempre voluto emergere e ho lavorato sodo per raggiungere i miei obiettivi, ma non sono mancati i momenti di sconforto e ciò anche a causa del territorio in cui vivo, in cui è molto difficile riuscire come artista in questo campo. Nonostante ciò, tutto questo non sarebbe stato possibile se non grazie a delle persone della mia zona con tanta voglia di fare e a cui devo molto.
Ci sono dei riferimenti musicali che tieni costantemente presenti?
Ho sempre ascoltato generi musicali diversi e artisti di tutti i tipi a livello mondiale. Mi piace variare e sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo che mi trasmetta emozioni o vibrazioni positive. In particolare però sono sempre stata affascinata dalle grandi dive della mia generazione, come Ariana Grande o Dua Lipa. Per quanto riguarda il cantautorato italiano, invece, sono molto legata ad artisti nuovi come Frah Quintale o Cosmo, ma anche agli intramontabili come Gino Paoli.
Cosa ti auguri che gli ascoltatori percepiscano e comprendano della canzone e di te?
Scie chimiche è una canzone volutamente frivola che spero possa mettere subito di buon umore. Mi auguro che riesca a far divertire gli ascoltatori  e a far vivere loro un momento di leggerezza e spensieratezza, trasmettendo l'allegria di un amore adolescenziale. Tuttavia spero che non si fermino all'apparenza: so essere leggera e scherzosa ma tutto ciò che scrivo è ispirato a qualcosa di più profondo e non superficiale.
"Scie chimiche" farà parte di un progetto più ampio?
Certo, Scie Chimiche è il primo brano di un progetto musicale che sto curando insieme alla redazione di Carioca Records, che voglio ringraziare per tutto e per aver creduto in me e nella mia musica fin da subito. Abbiamo voluto iniziare con un brano leggero, ma le prossime uscite saranno ben diverse e più profonde. Giovanni Zambito.


BIO
Giulia Scroppo è nata sotto la prima Primavera del nuovo millennio.
Cresciuta a Campofranco (CL), piccolo centro dei Monti Sicani dove ha da piccolissima dimostrato la sua indole artistica prendendo lezioni di danza, cantando e recitando in vari Musical della compagnia teatrale locale. Dall’età di 8 anni studia canto moderno e partecipa a diversi stage e masterclass, esibendosi in diverse manifestazioni e programmi televisivi locali. Appena maggiorenne Giulia scopre il pianoforte e si ritrova a comporre le sue prime canzoni che vengono incise e curate presso il Master Play Studio seguito dalla direzione artistica di Leo Curiale che ne cura gli arrangiamenti. A Luglio 2020 firma per Carioca Records e i prossimi mesi vedranno la pubblicazione di due singoli.
JULIE nelle sue canzoni è semplice ma mai banale. Leggera come un bacio che lascia il segno. Senza filtri e diretta. Allegra e spensierata. canta di sé e dei suoi sogni con leggiadria ed emozione. Un’artista di cui sentirete molto parlare.

CONTATTI SOCIAL ARTISTA