domenica 14 giugno 2020

IL MADE IN ITALY CI SALVERÀ, Milano Digital Fashion Week 14/17 luglio

La vetrina  per la presentazione delle collezioni SS 2021 trasformata dalla tecnologia in contenuti fotografici e video che saranno proposti su una piattaforma digitale nella settimana della moda, anticipata a luglio a causa della pandemia che ha duramente colpito il capoluogo lombardo.

Interviste e backstage dei momenti creativi dei brand su piattaforma digitale, l’idea di Carlo Capasa, Presidente Camera della Moda, per le iniziative attuate dal un format sul modello di quello adottato a febbraio, quando gli addetti ai lavori cinesi, impossibilitati a venire a Milano, sono stati raggiunti attraverso il live streaming del progetto  “China we are with you” con un'audience di 25 milioni di persone.
Si prevede, per luglio, il coinvolgimento di 40/50 Aziende per l'universo fashion italiano riorganizzato in virtuale, incentrato sull'immagine, sui contenuti multimediali e su contributi  webinar e workshop, mentre per settembre la speranza è che si ritorni alle classiche sfilate oltre al  digitale.
Fra le Aziende presenti  il giovane Brand Hanna Moore Milano, supportato da designer italiani per un total look che presenta la sua collezione SS 2021  “BE UP TOMORROW IS NOW”, un mix di contributi fashion Made in Italy abbinati al sogno del glamour del Sistema Moda.
Una sfida interessante che mi incuriosisce – come dichiara l’imprenditore Gianfranco Unione  – una kermesse digitale per un modo di presentare la moda diversamente, una opportunità anche per la filiera del prodotto finito, dai designer ai produttori dei tessuti – come Blu on Blues di Mario Cozzolino -  prezioso partner del mio progetto fashion Hanna Moore Milano.
Linea di abiti e beachwear, calzature, accessori, fragranze per la casa e la  persona, ma anche una linea di  prodotti di bellezza, preziosi in questo momento post lock-down, come Hanna Moore Milano Make Up che ha per testimonial la bella Miriam Carino (nella foto).
«Credo sia un'opportunità per trovare un linguaggio nuovo per ripartire dai veri valori italiani come la bellezza, l'artigianalità, la qualità dei prodotti. 
Una fra le cose che è più mancata agli italiani, durante la quarantena, è il prendersi cura di se, ma la graduale apertura delle attività ha dato modo alle persone di riprendere in mano le redini del loro benessere per ritrovare la giusta forma e salute.  Il prendersi in generale cura di se stessi,  infatti, è una delle cose di cui hanno sentito più la mancanza con il desiderio di recuperare un aspetto fresco e luminoso, investendo nella cura di sé.
Il beauty – come dichiara la testimonial Miriam Carino – è in continua evoluzione, prodotti diventati green e packaging attenti alla salvaguardia dell'ambiente. Si tratta di una nuova era del beauty che guarda sia al design che al lusso, dato che lusso oggi significa anche vivere in un ambiente pulito, infatti dal primo gennaio 2020 la legge vieta la commercializzazione in Italia di prodotti contenenti microplastiche.
Questa è una linea che propone una vasta gamma di prodotti naturali per la cura della pelle del viso in quanto la pelle del volto ha bisogno di essere quotidianamente detersa, idratata, nutrita e protetta.  Purtroppo lo stress di questi mesi, gli sbalzi climatici, l’aria condizionata e lo smog hanno alterato il naturale film idrolipidico accellerando  l’invecchiamento. Sono felice di presentare la linea Hanna Moore Milano Make Up  nell’ambito della Milano Digital Fashion Week perché questa linea di prodotti beauty è ottima, totalmente made in Italy, sorprendente per il suo legame al naturale, alla terra, un messaggio positivo in attesa della ripartenza di tutto il sistema”.
www.hannamoore.it
https://www.facebook.com/HannaMooreMilano/