domenica 24 maggio 2020

La ripartenza. Emilia Clementi a Fattitaliani: faticoso riprendere le attività, non c'è nessuna certezza. L'intervista

In questa tanto attesa e spesso disorientata Fase 2, vogliamo dare voce ai professionisti che sono appena ripartiti con le attività, cercando di far fronte alle difficoltà organizzative ed economiche accumulate durante il confinamento.
Rappresentano il Paese veramente produttivo, quello che fa girare l'economia senza per questo calpestare cadaveri o approfittare da sciacalli delle debolezze altrui. Emilia Clementi ha appena riaperto le porte della sua attività di Estetica (a Roma, in via Segesta 2b) e mentre la contattiamo ci dice subito - con la sua naturale vivacità e contagiosa positività - che è in procinto di realizzare un flash-mob su Giovanni Falcone nel giorno dell'anniversario della strage di Capaci. E spiega a Fattitaliani: 
Giovanni Falcone è un vero simbolo per l'Italia. Un magistrato raro per il suo coraggio, autentico e onesto. Ha lottato contro tutto e tutti andando anche contro corrente pur di sfidare i mafiosi e la mafia anche con la propria vita. 
Sapeva riconoscere gli innocenti o gli uccellini a primo volo ed era onesto perché cercava di non farli cadere nella fossa. Oggi non è così: troppi magistrati corrotti e disonesti. Non si può scrivere un commento su di loro che bloccano e censurano. Giovanni Falcone era per il confronto e per il dialogo. 
Come sta andando la ripresa dell'attività? 
Ho iniziato questa settimana, rispettando tutte le cautele richieste dalle disposizioni governative. È sicuramente faticoso, le persone sono molto preoccupate perché non c'è nessuna certezza, lo sento anche dalle mie clienti. Siamo tutti nella stessa barca, chi in un modo chi in un altro, sia come famiglie che come lavoratori. Si cerca di risparmiare e di valutare ogni trattamento. Ho applicato per questo dei prezzi in economia per rispettare le esigenze di tutti.
Le tue previsioni erano positive o negative?
Certamente non positive. Credo ci vorrà molto tempo prima di tornare alla normalità. 
Si parla di un generale rincaro dei prezzi. Tu come ti stai regolando?
Non ho aumentato i prezzi, anzi ho fatto offerte molto economiche come dicevo prima. In proporzione lavoro di più e ho meno incassi. Ho messo un salvadanaio per chiunque volesse lasciare una offerta libera per darmi un supporto per i costi aggiuntivi dovuti alla continua sanificazione del locale. Sono costi in più da sostenere e i clienti se desiderano lo possono fare liberamente. Non ho caricato questo costo sui prezzi dei trattamenti.
Giusto a tuo avviso far pagare un contributo Covid-19?
Assolutamente no! La trovo una speculazione poco onesta.
Come ti sei organizzata con le misure antivirus?
Ho fatto sanificare il centro estetico da un'agenzia e applico quotidianamente tutte le misure di restrizione per essere completamente a norma. 
I politici in questo periodo come si sono comportati secondo te?
I politici sono stati incompetenti, incoscienti, approssimativi e vergognosi. Chiamarli fitusi è quasi un complimento.
E quali secondo te sono stati i primi 5 politici fitusi nella gestione dell'emergenza?
Zingaretti, Di Maio, Conte, Gualtieri e Buonafede. Giovanni Zambito.