mercoledì 8 aprile 2020

Covid-19, la poesia di Virginia Mulè per "#andràtuttobene C’è poesia, oltre il virus"

Oggi pubblichiamo una poesia scritta da Virginia Mulè di Siculiana: il titolo non lascia spazi a dubbi "Covid-19". 

In questo nuovo anno
un virus nuovo è nato
Sta  dominando indomito con la corona il mondo.
Ormai è diventato  una triste pandemia
ci toglie libertà e anche l'armonia
Sta sterminando cinico una gran popolazione
non si riesce in fretta a trovar una soluzione.
A noi tutti ha tolto financo la libertà
rinchiusi siamo a casa e  quando si uscirà?
Spero finisca presto questa immane pandemia,
per riveder parenti e amici e stare in compagnia.
Corona virus si  chiama
ha scritto un'altra storia
di cui si avrà memoria
e nessuno facilmente dimenticar potrà
intanto stiamo a casa
domani si vedrà.

L'iniziativa  "#andràtuttobene C’è poesia, oltre il virus" è stata ideata da Kaos Festival e realizzata in collaborazione con Fattitaliani.it, l'Accademia BB. AA. “Michelangelo” di AG, Casa editrice Medinova e la Fondazione Teatro “L. Pirandello” di Agrigento. Mandate le vostre riflessioni e componimenti (versi, immagini, parole) a premiokaos@gmail.com o tramite whatsapp al numero +393284234076.