venerdì 3 gennaio 2020

Capri Hollywood, Pascal Vicedomini: “Preludio” è una poesia violenta

Il 31 dicembre 2019 all’interno del prestigioso Capri Hollywood, è stato proiettato Preludio, il Simbolo Globale del Cinema contro il Femminicidio.
Alessandro Haber ipnotizza lo spettatore con la sua forza recitativa. Una delle più straordinarie interpretazioni di Haber. Le voci narranti di: Isabella Rossellini, Franco Nero, Anna Kanakis, Alessio Boni, Daniela Giordano e lo stesso Haber, si amalgamano perfettamente, facendo eco alle coscienze dell'uomo.
È buono l'esordio di Regia - Grassi e Scutari-  che riescono a perseguire l'idea di un cinema allucinatorio,  che si basa essenzialmente tra il punto di vista della macchina da presa, e lo sguardo di personaggi mentalmente disturbati.
Preludio non è per nulla violento, è una poesia violenta, ancestrale ed atavica. Sarebbe stato tanto facile colpire dolorosamente lo spettatore con immagini tratte da fatti realmente accaduti; invece gli Autori e Registi - Stefania Rossella Grassi e Tommaso Scutari- sono stati capaci di plasmare le dinamiche umane in qualcosa di talmente violento ed intimo allo stesso tempo, tanto da lasciarci sconcertati, creando un genere che poche volte si è visto sul grande schermo.
Non è la prima volta che da un soggetto degli autori di Preludio, ci si possa trovare innanzi all’enigmaticità di un reale che dialoga col fantasmatico, infatti, spesso la loro scrittura è rappresentazione quasi immateriale, astratta e mentale.

Preludio è prodotto da Stefania Rossella Grassi, Ermelinda Maturo e Daniele Gramiccia, un progetto nato per aiutare attivamente, e nel tempo, le Associazioni a difesa delle Donne ed ogni centro Antiviolenza.

Preludio a breve sarà disponibile sulla piattaforma online TaTaTu, del produttore cinematografico Andrea Iervolino.

Pascal Vicedomini ha voluto fortemente Preludio al suo Capri Hollywood, e si è detto entusiasta della sua scelta.