mercoledì 18 dicembre 2019

Ivano Scolieri a Fattitaliani: “Dal libro Pianoforte nascerà un sorprendente live show”. L'intervista

È uno dei libri più apprezzati del 2019, “Pianoforte: 7 note di armonia manageriale”. Il volume, edito da Hoepli editore, è stato scritto da Carlo Massarini e Ivano Scolieri. Quest’ultimo, in esclusiva, ha scelto di raccontare questo importante progetto a Fattitaliani.

Ivano, “Pianoforte” il libro che hai scritto con Carlo Massarini è un successo di critica e pubblico: ti aspettavi un simile ritorno?
Quando ci metti anima e corpo e buone intenzioni solitamente le aspettative entrano in modalità “succederà qualcosa di fantastico“.  Mi aspettavo quindi un sensibile ritorno della critica ma non certo un interesse così diffuso. Scrivere oggi un manuale “manageriale ispirazionale" che abbia tutti i presupposti di una novità è una vera impresa.
Ci siamo però di fatto riusciti. Vero anche che il progetto nasce sotto una buona stella. Carlo Massarini è da sempre una “stella polare” per tutti coloro che amano la comunicazione e l’innovazione.
Con lui non si scherza. Il progetto deve essere solido sotto ogni punto di vista.. Inoltre Inventrix, la società che dirigo e che da anni sviluppa progetti particolari in area management e comunicazione è da sempre sinonimo di una concreta creatività generativa.   
Per non  far mancare nulla a questo progetto abbiamo coinvolto infine alcune firme autorevoli quali; Daniele Silvestri, il maestro Vessicchio, Linus e Nicoletti per la parte comunicazione artistica e di alcuni manager di rilievo come Massimo Scaccabarozzi, Fabrizio Fergola, Maurizio Avagnale e Andrea Pifferi che hanno ulteriormente rivestito di qualità certificata il progetto Pianoforte.
Qual è la ricetta del successo del libro?
L’idea è molto affascinante ed ogni volta che la spieghiamo in qualche attività (lab-convention-live show) le persone rimangono sempre molto colpite.
Sono tante le metafore utilizzate sino ad oggi per facilitare i temi del management. Sport, Filosofia, Storia e tanti eccessivi personalismi sono le modalità più diffuse. Il Nostro Pianoforte irradia da subito un’energia interessante e sorprendente perché forte nel suo storico design e di una memoria che lo rende lo strumento presente nell’immaginario di tutti. 
La cover di Pianoforte è un codice alchemico con una serie di citazioni. Abbiamo una mano maschile e femminile che formano una tastiera umana. Un vero pianoforte umano reso musicale da un pentagramma insolito (cit. Pink Floyd). Le note che suoniamo diventano valori, competenze, attitudini. Sarà dunque bello avviare uno sviluppo armonico con le note che ad oggi riesco a suonare meglio. Questo determinerà il mio accordo. E le altre note? Serviranno perché le situazioni cambiano e di conseguenza anche le note per un nuovo accordo.
Sappiamo che questo libro avrà un'evoluzione musicale: di cosa si tratta?
Il libro ha un chiaro portamento di SELF HELP e stimola un generoso SELF EMPOWERMENT.
Cosa significa in pratica? Lo abbiamo costruito affinché diventi uno strumento di sviluppo autonomo e indipendente. Ogni persona può leggerlo partendo da dove preferisce. Una lettura sequenziale o per capitoli. Tutto andrà comunque nella direzione della crescita personale e professionale. Però potrebbe non bastare e per questo con Carlo abbiamo costruito un divertente LIVE SHOW in puro stile EDUTAINMENT. Quindi un format che contiene strumenti, modelli, citazioni, video, attività e tanta buona musica rigorosamente live. 
I primi eventi sono già previsti per il primo semestre del 2020. 
Ci racconti un aneddoto legato alla stesura di questo libro?
Ci sono voluti due anni. Costruire un libro con un esperto come Carlo è stato un vero viaggio di amicizia ed umanità. Ci sono quindi molti aneddoti.
Forse il più divertente e che quando ci vedevamo per scrivere poi finiva quasi sempre in una grande chiacchierata di vita. Quando ci vedevamo per condividere qualche riflessione si finiva alle 24 ancora a buttar giù idee per il libro. Attenzione a casa Massarini era il motto di mia mamma. Sai per che cosa vai ma non sai come e quando ritorni.
Comunque in una di quelle serate mi ha raccontato la sua intervista a David Bowie. Si avete capito bene un dialogo tra Mr Fantasy ed il Duca bianco. Serate che mi hanno passato la sensazione di toccare almeno un pezzettino di quell’incredibile evento.
Progetti futuri?
Quando produci un libro di auto-sviluppo ispirazionale come Pianoforte sei già un portatore sano di vitalità e voglia di fare. Pianoforte è il progetto primo di una serie di attività che prenderanno piede proprio dal 2020. Si parte con il Live Show. Sarà impegnativo perché sviluppato in una doppia formula; aziendale e teatrale. Seguirà successivamente una produzione televisiva ispirata al Nostro modello Pianoforte. Ogni puntata una nota bianca e nera. Abbiano infine l’entrata in gioco della “listening machine” La nostra macchina dei suoni e delle note che permette a qualsiasi persona o struttura di comprendere il suo set di suoni. Sono fondamentali in questa fase Areaxy ed Inventrix che mi permettono di poter seguire grazie al sostegno del mio team lo sviluppo di questi prodotti/progetti.
Alcuni prodotti potrebbero richiamare una domanda di utilità, ovvero a cosa serve una listening machine? Beh per adesso possiamo dire che oltre ad essere immagine siamo anche suono che per convenzione e semplicità chiamiamo comunicazione. In questo caso abbiamo deciso di avviare un viaggio verso l’identità. In futuro molte nostre relazioni potrebbero avere qualche altro riferimento di cui tener conto, il suono.