lunedì 11 novembre 2019

Giornata Mondiale della Gentilezza, un italiano su 2 si diverte a preparare cocktail all'insegna della condivisione



Compiere un gesto carino nei confronti di un’altra persona (42%), trascorrendoci del tempo assieme (42%) all’insegna di un aperitivo consumato fra le mura di casa (51%) oppure facendo semplicemente due chiacchiere (29%).
Per gli italiani la gentilezza è anche un modo per far sorridere qualcuno (22%) e, in occasione del World Kindness Day che viene celebrato il 13 novembre, perché non creare con le proprie mani un drink con cui omaggiare amici e parenti? Non soltanto gli italiani, ma anche celebrities del calibro di Taylor Swift e delle sorelle Kardashian: oggi i cocktail si preparano sempre più all’insegna della gentilezza e della condivisione.

È quanto emerge da uno studio di Sanbittèr Aperitivo Cool Hunting, osservatorio sulle nuove tendenze in materia di drink e mixability, condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio su circa 1200 italiani e su oltre 150 fonti fra testate, magazine, portali, blog e community lifestyle internazionali in occasione della Giornata Mondiale della Gentilezza.

Affetto e piccoli gesti quotidiani: la gentilezza può essere definita in vari modi, ma come viene intesa? Per 4 italiani su 10 (42%) essa si manifesta quando si compie un atto carino nei confronti di un’altra persona, mentre il 28% sostiene che sia un modo di comportarsi. Poco più di un intervistato su 5 (22%), invece, pensa che sia “ciò che può far sorridere e mettere di buon umore qualcuno” e, il restante 8%, la definisce come un “modo di vivere la vita”.

Come si dimostra un atto di cortesia? Il 42% degli italiani sostiene che “basti semplicemente trascorrere del tempo assieme”, mentre il 38% è solito fare un regalo a qualcuno. Il 26%, infine, preferisce compiere un gesto d’affetto, come ad esempio un bacio, un abbraccio o una carezza, poiché “verrà ricordato maggiormente e conterà di più rispetto a un dono materiale”.

E che cosa si fa quando si è assieme? Un italiano su 2 (51%) adora chiamare amici e conoscenti a casa propria per un aperitivo, preparando assieme cocktail e finger food. Il 29% degli intervistati, invece, confessa di non fare nulla in particolare, ma trascorrere il tempo chiacchierando. Poco più di un italiano su 10 (11%) dichiara di riunirsi assieme a parenti ed amici per vedere la serie tv preferita, mentre il 7% preferisce uscire per andare al cinema. Il restante 2%, infine, non riesce a fare a meno di una partita a calcetto la sera.

Perché preparare i cocktail a casa? Più di un italiano su 2 (56%) lo fa in quanto “sono una persona creativa e così posso dare sfogo alla mia fantasia”. Il 49%, invece, dichiara che “è una cosa che si può fare in condivisione”, mentre più di 4 su 10 (44%) poiché “mi è sempre piaciuto creare e personalizzare drink da offrire ai miei ospiti”. Il 38% degli intervistati sostiene che sia “un modo semplice e divertente per risparmiare” e, infine, il 28% lo fa per provare un’esperienza diversa dal solito, come può essere quella del vestire i panni del bartender.

Quali persone vengono coinvolte per la preparazione dei cocktail? Quasi un italiano su 2 (43%) confessa di creare i drink in compagnia dei propri amici, mentre il 36% sceglie persone con le quali condivide gran parte della quotidianità, come il proprio partner (22%) o i colleghi (14%). Il 19% degli intervistati, inoltre, dichiara che “preparare un cocktail per qualcuno è un gesto di gentilezza e una dimostrazione d’affetto”.

Che cosa piace fare di più durante la preparazione di un cocktail? Un italiano su 3 (32%) pensa alle decorazioni, in quanto “mi piace tagliare la frutta fresca di stagione e disporla in maniera creativa sul cocktail”. Il 24% degli intervistati, invece, si diverte prendendo in mano lo shaker e iniziando ad agitare come un vero barman, improvvisando anche dei voli acrobatici come i professionisti. Un italiano su 5 (22%) si occupa del dosaggio degli ingredienti “perché sono una persona attenta e precisa e voglio che il tutto sia fatto a regola d’arte, come nei locali più alla moda”. Il 14% del campione, inoltre, si dedica alla “attività parallela” della preparazione dei finger food, mentre il restante 8% si diletta nel versare l’acqua nella macchina del ghiaccio o nelle formine per preparare i cubetti da mettere nel bicchiere.

Quali sono i tipi di cocktail preferiti? Il 42% degli intervistati adora “preparare dei drink analcolici. Poco meno di un italiano su 4 (39%) si dedica alla realizzazione di “grandi classici, come per esempio il Moscow Mule, il Bellini, oppure il Margarita”. Un italiano su 5 (19%) si cimenta invece nella creazione di cocktail più “elaborati” come il Mojito o l’Old Fashioned.

Quella di preparare cocktail a casa in condivisione con amici e parenti è un’abitudine che rientra all’interno dell’House Bartending, tendenza internazionale consolidata anche nel mondo delle celebrities hollywoodiane: in occasione del suo 35° compleanno, come riporta People, Justin Timberlake ha ricevuto da Eddy Buckingham, suo mixologist personale, un drink dal nome “Three Five” che si ottiene shakerando la tequila con amari all’arancia, cognac, succo di limone e sciroppo d’agave e che può essere facilmente replicato a casa. L’ex star di Friends Jennifer Aniston, invece, in occasione di un’intervista a Yahoo del 2015, ha dichiarato che l’allora suo marito Justin Theroux aveva la ricetta per un “perfetto Margarita”: “pura tequila, succo di lime e una spruzzata di triple sec”. Kim Kardashian, invece, secondo quanto si può leggere su Supercall.com, ogni tanto si lascia tentare dal White Russian nel bar della casa di sua sorella Kloe.

GENTLE PLEASURE, IL COCKTAIL PER BRINDARE ALLA GIORNATA MONDIALE DELLA GENTILEZZA

Per celebrare nel migliore dei modi il valore della condivisione in occasione della Giornata mondiale della Gentilezza, un cocktail come il Gentle Pleasure diventa un’occasione speciale per alzare i bicchieri al cielo e brindare al World Kindness Day. La dolcezza derivante dal succo di mela e dallo sciroppo di orzata si sposa alla perfezione al sapore piacevolmente amaro di Sanbittèr Rosso: per prepararlo basta raffreddare il bicchiere con alcuni cubetti di ghiaccio e versare lo sciroppo di orzata assieme al succo di mela. Mescolare quindi gli ingredienti con un barspoon ed aggiungere il ghiaccio utilizzato per raffreddare il tumbler e unire Sanbittèr Rosso. Mescolare e profumare leggermente con la scorza di agrumi e decorare con alcune fettine di mela disidratata e la scorza di agrumi.

GENTLE PLEASURE

Ingredienti:
  • 6.5 cl di Sanbittèr Rosso
  • 6.5 cl di succo di mela limpida
  • 2 cl di sciroppo di orzata
  • Ghiaccio q.b.
  • Fettine di mela disidratata
  • Scorza di agrumi

Procedimento:
Raffreddare il bicchiere con alcuni cubetti di ghiaccio e versare lo sciroppo di orzata, il succo di mela limpida. Mescolare gli ingredienti con un barspoon. Aggiungere il ghiaccio utilizzato per raffreddare il tumbler e unire Sanbittèr Rosso. Mescolare e profumare leggermente con la scorza di agrumi. Decorare con alcune fettine di mela disidratata e la scorza di agrumi.