giovedì 31 ottobre 2019

Sogni, il cortometraggio con Loretta Goggi emoziona la Festa del Cinema di Roma

(recensione) Il cortometraggio, fortemente voluto da Medica Group Holding-Gruppo Sapio, indaga su un tema doloroso e toccante: l'Alzheimer.

Grande accoglienza nell’ambito della quattordicesima edizione della Festa del Cinema di Roma per la presentazione del cortometraggio “Sogni”, cortometraggio scritto e diretto da Angelo Longoni e fortemente voluto da Medica Group Holding-Gruppo Sapio, che indaga con delicatezza su una malattia subdola e silente: l'Alzheimer.

Girato a dicembre scorso presso l'Hospice Medica Group Casilino, centro di eccellenza per la cura dell'Alzheimer, “Sogni” nel corso dell’anno è stato protagonista nei circuiti dei concorsi cinematografici italiani e internazionali prima di fare tappa nella manifestazione capitolina dedicata alla settima arte.

Il progetto, prodotto da Giorgio Chessari per Italian International Pictures, è stato presentato durante un incontro moderato dal responsabile della comunicazione di Medica Group Holding-Gruppo Sapio, Gianluca Melillo Muto nello spazio della Roma Lazio Film Commission, a cui hanno partecipato la protagonista Loretta Goggi, che nel corto interpreta una donna malata di Alzheimer, Daniela Goggi e Claudia Conte in rappresentanza del cast, Giuseppe Casale, Direttore sanitario di Media Group Holding, il regista Longoni e il produttore Chessari.

“Ho accettato sin da subito di partecipare a questo corto perché, oltre a conoscere da tempo Longoni e ad essere scritto molto bene, mi toccava molto da vicino: io e mia sorella Daniela abbiamo perso una cugina malata di Alzheimer” ha commentato Loretta Goggi, aggiungendo: “Le famiglie devono sapere che esistono luoghi come l'Hospice Medica Group Casilino dove i loro cari possono essere seguiti non solo a livello scientifico ma anche accolti con un sorriso. E’ importante sia per i malati che per i parenti che sono obbligati ad affidarli ad una struttura”.

“Sogni è una scommessa vinta da Medica Group Holding ed in particolare dal suo AD Riccardo Starace. Un nuovo modo di fare comunicazione sociale utilizzando il linguaggio universale delle emozioni e dei sentimenti che solo il grande cinema sa regalare senza per questo trascurare ovviamente l’aspetto scientifico e della tutela umana e clinica del paziente, elementi fondanti delle policy di MGH” ha dichiarato Gianluca Melillo Muto, concludendo: “Nel suo percorso il corto ha già ottenuto riconoscimenti prestigiosi, solo per citarne alcuni, come aver aperto il festival del cinema sociale della Rai Tulipani di Seta Nera, il Festival delle Giornate della Luce di Spilimbergo, del Festival Internazionale del Cinema di Maratea o del Festival internazionale di Montecatini nonché i molteplici premi come migliore attrice protagonista (Moscow International Film Festival) di cui è stata insignita la stupenda Loretta Goggi in particolare. Nonché come miglior corto al Festival Internazionale del Cinema dei Castelli Romani.”

 Leggi il racconto "I MIEI RISPETTI SIGNORA ALZHEIMER"