venerdì 11 ottobre 2019

Fumbleland! Mi è scappato un errore, dal 14 ottobre su Rai Yoyo e su RaiPlay Yoyo

Da Lunedì 14 ottobre, tutti i giorni alla 15,50.

Quando un bambino commette un errore nasce un Fumble che spunta dal quaderno e si addentra nel mondo virtuale di “fumbleland”. 
Un programma nuovo e speciale, presentato oggi ad Explora.
Il tema dell’esplorazione e della scoperta è un tema che ci è molto caro. 
La Rete per i più piccoli e quella più seguita in Italia, li fa incontrare con tre punti di forza:
1) La lingua inglese (Disney English);
2) E’ un programma multimediale che mescola cartoni animati con attori e gli insegnanti dei bambini. 
3) L’animazione viene fatta con la Realtà Virtuale,. Ciò aprirà nuove iniziative in altri campi. 
Il divertimento scaturisce l’apprendimento che condurrà il bambino a seguire i suoi Fumbles ovunque: negli Activity book, board game, AR card, app, canto, ballo… Fino all’immersione nel mondo virtuale, set della serie.  
Nell’episodio ci sono dei piccoli esercizi da svolgere, dei giochi e delle canzoni.
I bambini interagiscono con un’insegnante Miss Spelling, alias Teresa Pascarelli. 
Regia di Paolo Alberto Tonoli. Prodotto da JB Production in collaborazione con Rai Ragazzi. 
Un modo originale e divertente di trattare la lingua inglese usando la realtà virtuale. 
E’ uno dei progetti più ambiziosi che sono stati creati sulla piattaforma. 
Philip Rosedale, inventore e fondatore della piattaforma multiutente  High Fidelity e di Second Life. Vincitore del Technology & Engineering Emmy Award per Linden Lab nel 2008, ha passato la vita a studiare questo ed è convinto che la realtà virtuale svilupperà al meglio le idee dei bambini. 
L’animazione si inserisce in una serie live con attori veri.
E’ stato molto utile per la produzione dei video. Con la foto sull’Hi Phone si può fare un avatar. 
Colonne portanti del progetto tecnico sono: Lucio Pascarelli, VR Manager del Progetto VR Global e attualmente capo  delle operazioni ICT per l’alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite. E’ responsabile dellaCyberSecurity e delle operazioni e dei servizi ICT forniti a 65 milioni di rifugiati worldwide. 
 Jared Maupin, grafico 3D che ha sviluppato gli avatar cartoon di Flumbleland e Fluffly Jenkins, programmatore che ha implementato il sistema di registrazione e sincronizzazione delle sequenze recitate. “Le gocce che cadono dal mirtillo e che appiccicano, non sono reali ma virtuali”. 
Quando hanno avuto delle difficoltà a far partire i cuori hanno realizzato che “Al cuore non si comanda”. 
 Non tutti i personaggi del Cartone sono Avatar. 
Il personaggio più difficile da realizzare è stato l’Aeroplanino, soprattutto poterlo adattare ad un uomo. E’ stato creato sulla mano di un uomo che toccando dei tasti, doveva muovere l’aeroplanino. 
Stanno cercando di sviluppare il programma in modo che il divertimento possa essere anche stimolante. Questa tecnologia è accessibile a tutti. Basta un PC. 
Funziona anche su Piattaforme Android. 
Il Fumble può essere creato attraverso un telefonino e può essere usato anche come semplice video gioco. I fumble si muovono e interagiscono con lui. 
Elisabetta Ruffolo