Chi ha paura di Virginia Woolf? al Teatro Morlacchi di Perugia. La recensione

Fattitaliani



In scena al Teatro Morlacchi di Perugia un classico della letteratura cinematografica e teatrale, Chi ha paura di Virginia Woolf? di 
Edward Albee, diretto da Antonio Latella. Quattro fantastici attori per tre ore hanno dato voce alle dinamiche relazionali di due coppie all'insegna di un apparente nonsense che fa emergere realtà sottostanti. 

Il tono, la postura, l'atteggiamento, le espressioni facciali, i gesti di avvicinamento e allontanamento, gli scatti anticipano e al contempo chiariscono parole e frasi ripetute più volte e velocemente che illustrano una verità nascosta sotto una patina di umorismo nero.

Tutto concorre a tale svelamento e costringe i quattro a fare i conti con il tempo, la paura e il fragile equilibrio di un rapporto che si trascina da anni.

Sonia Bergamasco e Vinicio Marchioni reggono e dirigono le fila in modo eccelso e naturale, forti della complicità di Ludovico Fededegni e Paola Giannini.


Si muovono in uno spazio ampio e volutamente poco arredato, come a non voler togliere priorità alla parola, che la fa da padrone, perché qui le parole hanno un particolare peso specifico e offrono la possibilità ai quattro di "flagellarsi come si deve".

Uno spettacolo forte, incisivo, che ti scuote.

Foto di Brunella Giolivo


traduzione Monica Capuani

regia Antonio Latella

con Sonia Bergamasco, Vinicio Marchioni, Ludovico Fededegni, Paola Giannini

dramaturg Linda Dalisi
scene Annelisa Zaccheria
costumi Graziella Pepe
musiche e suono Franco Visioli
luci Simone De Angelis
assistente al progetto artistico Brunella Giolivo
assistente volontaria alla regia Giulia Odetto
documentazione video Lucio Fiorentino

produzione Teatro Stabile dell’Umbria con il contributo speciale della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli

Fattitaliani

#buttons=(Accetta) #days=(20)

Questo sito utilizza cookie di Google per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più
Accept !
To Top