domenica 7 novembre 2021

Canzonando, "La pioggia" di Gigliola Cinquetti

In un periodo in cui la pioggia torna anche irruentemente nelle nostre citta', per la rubrica Canzonando proponiamo l'ascolto de "La pioggia", grande successo di Gigliola Cinquetti. Scritta da Daniele Pace e Gianni Argenio per il testo e dallo stesso Pace con Mario Panzeri e Corrado Conti per la musica, la canzone venne presentata al Festival di Sanremo 1969 dalla Cinquetti in doppia esecuzione con France Gall, e si classificò al sesto posto.
La copertina raffigura un primo piano della cantante, con sullo sfondo delle piante, ed è realizzata da Daniele Usellini. L'orchestra è diretta da Franco Monaldi. Il disco arrivo' fino alla seconda posizione e rimanse in hit-parade per undici settimane. Ne furono incise varie versioni in lingue diverse, tra cui giapponese, francese, spagnolo, tedesco, inglese; nel 1984 nel film Arrapaho con gli Squallor uno degli autori del brano, Daniele Pace (componente del gruppo) ne cantò una versione a cappella senza accompagnamento musicale.

Testo
Il tempo cambierà
Le nuvole son nere in cielo e
I passeri lassù
Non voleranno più
Chissà perché?
Io non cambio mai
No, non cambio mai
Può cadere il mondo ma
Ma che importa a me?
La pioggia non bagna il nostro amore
Quando il cielo e blu
La pioggia, la pioggia non esiste
Se mi guardi tu
Butta via l'ombrello amor
Che non serve più
Non serve più, se ci sei tu
Il termometro va giù
Il sole se ne va
L'inverno fa paura a tutti ma
C'e un fuoco dentro me
Che non si spegnerà
Lo sai perché?
Io non cambio mai
No, non cambio mai
Può cadere il mondo ma
Ma che importa a me?
La pioggia non bagna il nostro amore
Quando il cielo e blu
La pioggia, la pioggia non esiste
Se mi guardi tu
Butta via l'ombrello amor
Che non serve più
Non serve più, se ci sei tu
La pioggia, la pioggia non esiste
Se mi guardi tu
Butta via l'ombrello amor
Che non serve più
La pioggia non bagna il nostro amore
Quando il cielo e blu
Il cielo e blu

LE PUNTATE DI CANZONANDO