sabato 2 ottobre 2021

ANTONIO DIMARTINO: PER TORNARE IN DISCOTECA, MI TENGO IN FORMA

Qualche timido segnale di ripresa ci sarà, tuttavia Antonio Dimartino, attore, modello e produttore musicale, fra le sue molteplici attività è oggi titolare di un centro benessere a Milano e testimonial indiscusso di IoBoscoVivo, azienda leader nel settore della sana alimentazione. Ma la sua prima passione e attività resta la musica. E all’alba di una possibile riapertura dei locali da ballo in Italia, ci dice….

Antonio, sembra che i locali dalla fine di ottobre possano riaprire. Quale scenario aspetta il mondo della night life?

Sembra proprio che sia così, e finalmente direi. Quasi due anni di stop hanno caratterizzato molti mutamenti, anche se con la formula aperitivo già durante l’estate qualcosa aveva riaperto. Penso che questa pandemia abbia cambiato psicologicamente un po’ di tutti. Ci siamo abituati a “restare a casa”. A non lavorare, a non divertirci e a non svagarci, non ci rimane che pensare così ai problemi che questo covid-19 ci ha creato, per questo motivo molte famiglie hanno avuto un crollo totale, sia lavorativo che emotivo. Ma ora, grazie alla riapertura di cinema e teatri, alla riorganizzazione di concerti ed eventi e finalmente allo sblocco per le discoteche si potrà tornare, anche se con un po’ di fatica, alla normalità.

Dal punto di vista musicale, che cosa prevedi di produrre per il mercato discografico?

L’ultimo singolo “Drop It” pubblicato qualche mese fa con la collaborazione di Sony è già a mezzo milione di streaming (che per il mercato della dance è un buon risultato visto che tutti i club sono chiusi). Ora sto lavorando ad nuovo brano che uscirà a breve. In realtà vado in studio per produrre perché ho voglia di farlo, perché per 10 anni ogni ho lavorato all’interno di discoteche, locali notturni.

Non hai mai pensato a Sanremo, per tentare magari il salto anche nella musica pop italiana?

Io sono stato e sono un artista dance. Produco musica di questo genere. Non credo molto nel passaggio tra la dance e la leggera italiana, per quanto poi si possano creare influenze di suoni che rendano i due stili armonici. In passato nomi molto famosi del mio settore, come gli Eifell65 e Alexia hanno provato questa strada. Alexia ha pure vinto il Festival di Sanremo. Ma cosa ne è rimasto?

Intendi dire che dopo la kermesse canora, il vuoto?

Dico che se si passa dalla musica leggera italiana alla dance magri qualcosina può funzionare. Ricordiamoci anche il caso di Sabrina Salerno: lei era un’arista dance mondiale, dopo quel Sanremo assieme a Jo Squillo con “Siamo Donne” c’è stato il calo. Poi Sabrina era talmente iconica, che dopo qualche anno di silenzio è tornata in auge di recente. Però se chi fa dance, decide di calcare un altro palco, il rischio è dietro l’angolo.

Hai una grande passione per il benessere fisico, essendo tu un modello. Ti sei dato anche all’imprenditoria estetica. Cosa stai facendo esattamente? 

Ho aperto un Centro Benessere in pieno Covid in centro Milano: Otium Beauty Center. Un punto di riferimento dove ci si può prendere cura di se stessi, ritrovare il proprio benessere psico-fisico. La Beauty offre percorsi di dimagrimento, estetica avanzata e medicina estetica. Volevo creare “un’oasi felice” in questo periodo di “incertezza”.

Secondo te oggi gli uomini si curano come le donne, o c’è sempre una differenza? E quale? Direi che, specialmente negli ultimi anni, siamo sottoposti a una forte influenza da parte di social media e da canoni di bellezza, spesso troppo limitativi e difficilmente raggiungibili. Per questo, ognuno di noi, senza differenze di genere, si ritrova a fare il possibile per raggiungerli e adeguarsi a ciò che viene mostrato come “ migliore”. Credo che ognuno di noi debba imparare ad apprezzarsi e a prendersi cura di sé stesso non per raggiungere canoni di bellezza irraggiungibili, ma per stare bene con se stesso, per mantenersi in forma e in buona salute! Una sana alimentazione, la cura del corpo, l’attività sportiva penso siano fondamentali, per ognuno di noi.

Tu sei anche testimonial dell’azienda “IoBoscoVivo”.

Sì, è una delle migliori aziende di food salute e benessere. I suoi prodotti sono ottimi per mangiar bene e sentirsi in forma.

Come mai hai deciso di sposare la causa di questa importantissima azienda?

Condivido a pieno i loro valori: “IoBoscoVivo” ha a cuore il benessere dell’uomo e per questo produce alimenti salutistici a base di funghi medicinali e superfood incredibilmente innovativi e con moltissime proprietà benefiche. Inoltre è una linea molto attenta al rispetto e al benessere dell’ambiente scegliendo materie prime esclusivamente biologiche oltre che essere attiva sul territorio con la progettazione di orti botanici. Credo sia importante che, oltre ovviamente al benessere delle persone, le aziende sposino la causa ambientale, lavorando nel rispetto e nella cura dell’ambiente e sensibilizzando così anche i propri consumatori.

Stagionalmente l’azienda propone la “riscoperta” di alcuni prodotti. Vengono in mente, per esempio, i cracker aglio nero e i grissini di curcuma. Come possiamo inserirli nella nostra dieta?

L’idea aziendale è quella di creare diversi prodotti che possano coprire ogni fascia della giornata così da poter coprire il nostro fabbisogno giornaliero di vitamina D sempre però seguendo un’alimentazione sana e di qualità. I cracker aglio nero, così come i grissini alla curcuma e pepe nero, rappresentano una valida soluzione come sostituti del pane durante i pasti oppure come snack da sgranocchiare al lavoro o a scuola! Non solo sono buonissimi, sono molto pratici da portare con sé, sono biologici e creati con farina di farro 100% integrale.. e poi, dove lo si può trovare un altro snack naturalmente ricco di vitamina D?

E infine, la curcuma… Se ne sente tanto parlare ultimamente. Sgomberiamo il campo da dubbi e falsi miti: quali sono le sue proprietà “reali”?

La curcuma è una spezia tipica orientale ampiamente utilizzata in cucina sia per il suo colore giallo intenso sia per il tipico sapore pungente e non di meno per le sue proprietà. Tra le componenti maggiormente responsabili delle proprietà benefiche riconosciute a questa spezia c’è la curcumina, molecola responsabile del colore giallo acceso e dalle notevoli attività anticancerogene e antiossidanti che vanno ad inibire la produzione di specie reattive dell’ossigeno responsabili dell’invecchiamento cellulare. È stato poi studiato anche l’effetto antinfiammatorio della curcuma che modulando appunto l’infiammazione alla base di diverse patologie come obesità, diabete e disturbi cardiovascolari sembra ridurne l’incidenza.