lunedì 20 settembre 2021

Opéra Royal de Wallonie-Liège: La forza del destino


di Giovanni Chiaramonte. Siamo a Siviglia, metà del XVIII secolo. Leonora di Vargas, figlia del marchese di Calatrava è sul punto di fuggire con l'uomo che ama, Don Alvaro, certa che il padre mai darà il consenso al matrimonio con un Inca, un indio. E' riluttante a lasciare suo padre e nello stesso tempo lacerata dal suo amore per Alvaro.... ma il padre ha capito, irrompe con la spada sguainata e vuole arrestare Alvaro che getta a terra la sua pistola in segno di resa; parte un colpo che uccide il marchese che muore maledicendo sua figlia. Gli amanti fuggono....Inizia cosi' una storia che, nelle tinte drammatiche del libretto di Piave, sostiene la grande musica verdiana. La forza del destino cronologicamente si colloca prima di Aida e Don Carlos ma in punto già avanzato della carriera verdiana. E' un'opera impegnativa, quattro atti per quasi quattro ore che possono sfibrare lo spettatore meno temprato. Una scelta interpretativa assai lineare, da un'idea del compianto Stefano Mazzonis, ha permesso che gli spettatori liegesi, certamente non tutti melomani - ma certamente appassionati visti gli innumerevoli applausi a scena aperta - potessero seguire fino in fondo senza uscirne provati. L'Opera di Liegi ha puntato sulla facile leggibilità dell'opera, con la regia di GIANNI SANTUCCI che ha messo in scena una versione che sottolinea gli aspetti narrativi sostenuta da una scenografia statica ma chiara di GARY MC CANN, dai costumi di FERNAND RUIZ semplici e in linea con il periodo storico e dai bravi cantanti che interpretano DON ALVARO (MARCELO ALVAREZ), DONNA LEONORA DI VARGAS (MARIA JOSÉ SIRI) DON CARLO DI VARGAS (SIMONE PIAZZOLA), IL PADRE GUARDIANO (MICHELE PERTUSI) FRA MELITONE (ENRICO MARABELLI) PREZIOSILLA (NINO SURGULADZE) TRABUCO (MAXIME MELNIK) IL MARCHESE DI CALATRAVA (ALEXEI GORBATCHEV) CURRA  (ANGÉLIQUE NOLDUS). Come sempre all'altezza l'ORCHESTRE & CHŒURS dell' OPÉRA ROYAL DE WALLONIE-LIÈGE, diretta dal bravo maestro RENATO PALUMBO che ha ricevuto applausi a scena aperta anche per l'ouverture. La direzione del coro é di DENIS SEGOND.