martedì 31 agosto 2021

Patrizia Vicinelli In transito, a 30 anni dalla morte Bologna celebra la rivoluzionaria poetessa con un mese di eventi

A trent’anni dalla sua scomparsa, Home Movies – Archivio Nazionale del film di famiglia di Bologna dedica un mese di eventi a Patrizia Vicinelli, tra le voci poetiche più rivoluzionarie del secondo Novecento italiano. Patrizia Vicinelli - In transito è il nome dell’ambizioso progetto dedicato alla poetessa, performer, artista e filmmaker sperimentale bolognese, che ha intrecciato la sua ricerca con quella di intellettuali e artisti tra cui Emilio Villa, Aldo Braibanti, Alberto Grifi, Ketty La Rocca, Claudio Parmiggiani, Mario Diacono, Mohamed Choukri. Ideato da Home Movies - Archivio Nazionale del Film di Famiglia di Bologna e realizzato grazie al sostegno del Comune di Bologna, che lo ha inserito nel cartellone di Bologna Estate come progetto speciale, Patrizia Vicinelli - In transito racconterà la potenza e l’attualità dei gesti e della scrittura dell’autrice attraverso uno spettacolo dal vivo con materiali d’archivio e una serie di incontri ed esposizioni “a cielo aperto” per le vie di Bologna. Il progetto rappresenta l’opening della XIV edizione di Archivio Aperto, la rassegna di Home Movies dedicata alla riscoperta del patrimonio cinematografico privato e inedito d’archivio che vede protagonisti film amatoriali, indipendenti, sperimentali e documentari su pellicola in formato ridotto.

 
“Patrizia Vicinelli è stata una tra le più grandi sperimentatrici del Novecento italiano - spiega Giulia Simi, ricercatrice dell’Università di Sassari e curatrice del progetto - ha vissuto senza tregua l’utopia della poesia totale, immergendosi in un intreccio tra arte e vita ‘fino all’ultimo respiro’. Militante, libera, spericolata, la sua poesia ha ancora la forza per vibrare e scuotere il nostro presente. Questo progetto, pensato per portare la sua opera all’attenzione di un pubblico più ampio, è un atto di gratitudine verso la radicalità del suo pensiero e della sua azione”.
 
Il progetto si compone di tre momenti. Giovedì 2 settembre lo spettacolo In transito al Teatro Comunale di Bologna (ore 20.30): la tromba di Paolo Fresu, che ha collaborato con la poetessa negli ultimi anni della sua vita, ci guida attraverso la vitalità della sua voce, le sue parole dissacranti, la forza delle immagini delle sue opere verbovisive. Durante la serata sarà visibile, per la prima volta a colori, l’opera Apotheosys of schizoid woman, plaquette di poesia visuale pubblicata nel 1979 in bianco e nero.
 
Alla proiezione della plaquette si alternano altri preziosi materiali d’archivio: poesie sonore, video-performance, filmati inediti conservati da Home Movies e fotografie custodite dall’Associazione Alberto Grifi.
 
I biglietti dello spettacolo sono disponibili al link www.vivaticket.com/it/biglietto/paolo-fresu/161933 (costo biglietto unico: 15 €, info su www.vivaticket.it e www.archivioaperto.it). Sarà inoltre possibile nella sola giornata del 2 settembre acquistare i biglietti ancora disponibili direttamente alla biglietteria del Teatro Comunale a partire dalle ore 18:00.
 
Per tutto il mese di settembre la poesia di Vicinelli risuonerà anche negli spazi urbani grazie alla collaborazione con Cheap, progetto indipendente di promozione della street art: in 19 bacheche sparse nelle strade di Bologna saranno visibili poster con parole e immagini tratte dai testi dell’autrice nello spirito di una poesia in transito che celebra l’epica e l’etica della “viandanza” cara alla poetessa.
 
La rassegna si articolerà poi in una serie di incontri con chi più da vicino ha conosciuto l’opera e la figura di Vicinelli. Nella sala Stabat Mater, all’interno della Biblioteca dell’Archiginnasio, una lecture di Niva Lorenzini (3 settembre, ore 17.30), docente di poesia italiana del novecento tra le maggiori studiose dell’opera di Vicinelli, e un incontro con Daniela Rossi e Jonida Prifti (22 settembre, ore 17.30): la prima, curatrice del festival Di Versi In Versi, ha seguito Vicinelli nelle performance poetiche degli anni ‘80 e ha pubblicato la prima edizione di Non sempre ricordano; la seconda, giovane poeta e performer, è studiosa dell’opera di Vicinelli.
 
Inoltre, il 26 settembre, si terrà a Villa Aldini una tavola rotonda nell’ambito della rassegna Inosservanza a cura della compagnia teatrale Archivio Zeta: all’incontro, a cura di Lorenzo Mari, traduttore e poeta, e Beatrice Seligardi, studiosa di letterature comparate, parteciperanno il poeta Alberto Masala e le poetesse Loredana Magazzeni e Rosaria Lo Russo. La parola di Vicinelli risuonerà nel ricordo e nella voce di chi abita nel presente gli spazi vitali, seppure spesso poco visibili, della poesia contemporanea. La serata è realizzata in collaborazione con Patto per la lettura di Bologna.
 
Altri approfondimenti e una selezione di film, contributi audio, testi e materiali d’archivio saranno visibili sul sito di Archivio Aperto e su MYmovies fino al 27 ottobre 2021.
 
Per accedere al Teatro Comunale e agli altri incontri in programma è necessario il possesso di certificazione verde Covid-19 (Green Pass) in ottemperanza alle vigenti disposizioni di legge.
 
Patrizia Vicinelli - In transito
Un progetto di Home Movies
Nell’ambito di Archivio Aperto 2021 e di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Destinazione Turistica.
 
Con il contributo di Comune di Bologna Regione Emilia Romagna, MiC.
In collaborazione con Comunicamente, Kiné, Cheap, Biblioteca comunale dell’Archiginnasio, Associazione Alberto Grifi, Patto per la Lettura, Inosservanza - Archivio Zeta, Istituto Parri, Le Serre, DAMS50, FAScinA – Forum Annuale delle Studiose di Cinema e Audiovisivi.
Sponsor: Unipol, Coop Fond, Lavoropiù.