martedì 27 luglio 2021

Musica, Hera e la sua idea di arte in mutamento. L'intervista di Fattitaliani

Disponibile in rotazione radiofonica “Dorian Gray” (Cantieri Inediti), terzo singolo inedito di HERA scritto a quattro mani con Marco Canigiula, nuovo tassello di un EP già in lavorazione, la cui uscita è programmata per l’autunno 2021.
Spiega l’artista«“Dorian Gray” rappresenta il caos, il disordine che avevo dentro e al quale sentivo il bisogno di dare forma. La pittura, i quadri rappresentano un altro modo di “sentire e vedere” l’arte che mi affascina tremendamente sin da quando ero bambina. Proprio per questo l’anticonformismo dell’action painting di Jackson Pollock, pittore statunitense, è stata la prima fonte di ispirazione durante la scrittura del brano. Avevo una tela bianca adagiata a terra, non dovevo far altro che prendere coraggio e sciogliere i grovigli della mia anima. Fare un po' di ordine è stato un grande atto d’amore verso me stessa, qualcosa di estremamente liberatorio, nonché uno dei regali più grandi che potessi farmi»Il videoclip ufficiale di “Dorian Gray” è un fluire progressivo di colori, flashback e immagini pensate per catturare l’attenzione dell’osservatore. L’action painting è il fulcro del clip, fantasia, curiosità e libertà di espressione, sono gli ingredienti fondamentali che hanno caratterizzato il lavoro del Director Giulio Tedesco. L'intervista di Fattitaliani.

Bello il concetto alla base di "Dorian Gray": com'è cambiata nel tempo la tua idea dell'arte?

Grazie mille, sono felice vi sia piaciuto! La mia idea di arte è tutt’ora in mutamento, mi piace pensarla in continua evoluzione, credo che questo rappresenti un terreno fertile per la creatività. Se mi guardo indietro sento di non essere la stessa di ieri, i viaggi, la sinergia con l’ambiente naturale che mi circonda, la curiosità, lo studio, hanno contribuito alla mia evoluzione e, inevitabilmente, a definire tutto ciò che voglio comunicare attraverso la mia musica.

 Che cos'ha in comune il nuovo singolo rispetto ai primi due inediti?

La fusione tra l’ambientazione sonora estremamente moderna e l’intervento musicale di uno strumento classico; in questo ultimo singolo a farla da padrone sono la musicalità e l’eleganza del violoncello di Donato Cedrone. Tutti e tre i singoli sono in relazione con un fiore, proprio per esprimere l’amore verso la natura che mi circonda. Escape Room è legato al fiore di Loto, simbolo di rinascita, Il duca bianco alla rosa, sinonimo di passione e, infine, Dorian Gray al girasole, un fiore che amo per il suo colore caldo e intenso come il sole.

Più immediata per te la comunicazione su una tela o attraverso una canzone?

Una canzone.

Ci sono dei posti, momenti, soggetti che ti ispirano particolarmente?

Le storie di vita che ascolto e assorbo nel quotidiano attraverso la lettura di notizie, racconti di persone a me vicine, i paesaggi, il mare, insomma tutto ciò che mi circonda. Sono una persona empatica, questo mi regala molti spunti di riflessione.

 Che cosa ti auguri che possano provare le persone che ti ascoltano?

Spero possa abbracciare un senso di libertà in grado di alleggerire l’anima. Giovanni Zambito.

Facebook | Instagram
Biografia

Nel 2016 nasce il progetto HERA, nome d’arte della performer Pamela Placitelli, e sin da subito si distingue per estro, camaleontismo, sperimentazione sonora e una decisa comunicazione testuale, oltre che visiva. Queste peculiarità garantiscono il suo accesso alle finali di diversi importanti Festival dedicati alla musica emergente italiana (Botticino Music Festival, Festival di Ghedi, etc.) e la vittoria del Premio della critica del concorso “Musica Controcorrente” con la giuria di Joe Amoruso e Mariella Nava. Il progetto Hera ha una produzione musicale che strizza l’occhio a sonorità internazionali che permette all’artista di farsi conoscere anche all’estero con concerti in Svizzera, Inghilterra e New York. Il 2017 esce su tutte le piattaforme digitali l’EP “Inside Me”, un racconto musicale introspettivo in cui ripropone alcuni dei successi che hanno segnato la sua storia musicale. Il 2018, invece, è l’anno di “My Christmas Gift”, lavoro che vanta la complicità musicale di Emiliano Begni (Rossana Casale) Luigi Mattacchione (armonica solista per il M.stro Ennio Morricone), Stefano Spallotta (Amii Stewart).  Il 2019 è la volta di “Christmas Eve”, singolo originale in lingua inglese, la cui uscita è accompagnata da una tournée natalizia. Il 10 Luglio 2020 è il momento di “Elettromagnetica”, singolo in lingua italiana che cattura l’interesse del settore musicale Indie e l’attenzione di radio come Radio Radio, Radio Cassino Stereo, X Radio, etc. L’8 Dicembre 2020 è il momento di “Escape Room”, una nuova autoproduzione firmata Hera Project composta a quattro mani con lo Staff di Canzoni Inedite, brand dell’etichetta romana Cantieri Sonori.
Il 23 febbraio 2021 esce il singolo “Il Duca Bianco” e il 16 luglio è la volta di “Dorian Gray”, entrambi brani che portano la firma della stessa Hera e dell’autore Marco Canigiula.