giovedì 22 luglio 2021

Mostra fotografica "Georama": la terra fonte di ispirazione e riflessione per riscoprire il territorio

FORLIMPOPOLI (FC) - Prosegue il percorso di rigenerazione urbana che nel 2017 ha dato vita al progetto Spinadello - Centro visite partecipato, un percorso di valorizzazione della centrale di sollevamento del vecchio acquedotto - uno dei luoghi simbolo del Museo diffuso dell'Abbandono IN LOCO promosso da Spazi Indecisi.

Al via infatti un nuovo ciclo di iniziative dedicate al tema della terra, con l’inaugurazione della mostra fotografica Georama prevista per venerdì 23 luglio. Il ciclo di appuntamenti, in programma dal 23 luglio all’8 agosto presso l’ex acquedotto di Forlimpopoli, prosegue idealmente l’indagine sugli elementi della Natura avviata durante l’estate 2020. Dopo l’universo vitale dell’acqua, i promotori di Spinadello-centro visite partecipato volgono lo sguardo a terra e invitano il pubblico a riflettere sul valore di questo elemento. Terra è da intendersi nella sua accezione più ampia: come pianeta da cui ammirare la volta celeste, come risorsa da proteggere contro l’eccessivo sfruttamento e gli effetti negativi del clima che cambia, come ambiente-habitat nel quale nascono relazioni e prosperano comunità e come fonte d’ispirazione per indagini di natura artistica.

Venerdì 23 luglio dalle 18:00 ad essere protagoniste sono proprio le arti, con l'inaugurazione e le visite guidate alla mostra Georama: un allestimento ispirato all’enorme globo cavo costruito a Parigi a metà dell’800, che raccoglie i progetti fotografici di 9 giovani autori (Federica Bertagnolli, Nicola Biagetti, Andrea Fantini, Arianna Galluccio, Nicolas Garelli, Abele Gasparini ed Emiliano Battistini, Federica Osgualdo, Alessandro Ricchi e Andrea Vagnoni). A seguire l’incursione sonora di Emiliano Battistini, che intreccerà i suoni della notte di Spinadello con l’opera Walden, visibile in mostra.

A Georama, allestita negli spazi interni della centrale di sollevamento dell’acquedotto, si affiancheranno nelle settimane successive momenti di scoperta del territorio e confronto, come la passeggiata di mercoledì 28 luglio dedicata all’osservazione del cielo estivo in compagnia dell’astrofisico Oriano Spazzoli, che prevede al termine la possibilità per i partecipanti di dormire in tenda nell’area verde antistante l’edificio. Il 30 luglio sarà poi la volta del cinema breve, con la proiezione di cortometraggi sul tema del cibo e della sovranità alimentare organizzata in collaborazione con il MalatestaShort Film Festival di Cesena e il festival cileno FIC Wallmapu. A concludere il ciclo di iniziative, prima della pausa di Ferragosto sarà una pedalata, inserita anche nella XXV edizione della Festa Artusiana.

La mostra e tutti gli eventi proseguono il percorso di rigenerazione urbana che nel 2017 ha avviato Spinadello - Centro visite partecipato: progetto di valorizzazione della centrale di sollevamento del vecchio acquedotto - uno dei luoghi simbolo del Museo diffuso dell'Abbandono IN LOCO - promosso da Spazi Indecisi, Casa del Cuculo e I Meandri con il patrocinio e il sostegno del Comune di Forlimpopoli, Unica Reti Spa e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, che ha trasformato l’edificio in un punto di riferimento per l'intera area fluviale in cui è immerso.

INFO MOSTRA

Intorno alla metà dell’Ottocento fu costruito a Parigi un enorme globo geografico cavo, al cui centro poteva collocarsi lo spettatore per ammirare, in rilievo o per trasparenza, la più grande simulazione della superficie terrestre mai realizzata prima. In questo gigantesco planisfero, che prese il nome di georama, il visitatore poteva apprezzare in dettaglio le peculiarità morfologiche di ciascun continente: rilievi, fiumi, laghi, mari. Era poi sufficiente fare un giro su sé stessi per abbracciare in un solo, meravigliato sguardo, il globo terrestre nel suo insieme.

Allo stesso modo la mostra Georama è una scenografia composta da nove progetti fotografici di altrettanti autori che si confrontano sul tema terra. Ogni progetto è un continente a sé, che si struttura intorno alla forma dello storytelling, del reportage, della riflessione intimistica, dell’archivio familiare o del paesaggio.

Autori in mostra

Federica Bertagnolli, Nicola Biagetti, Andrea Fantini, Arianna Galluccio, Nicolas Garelli, Abele Gasparini ed Emiliano Battistini, Federica Osgualdo, Alessandro Ricchi, Andrea Vagnoni.

Dopo l’inaugurazione, la mostra sarà aperta su prenotazione al numero 328 9582919 dal 24 luglio all’8 agosto e in occasione di eventi che si terranno a Spinadello fino al 30 settembre.

PROGRAMMA COMPLETO

Venerdì 23 luglio | Inaugurazione mostra GEORAMA

18:30 | Opening mostra fotografica e visite guidate a cura degli autori

Dalle 19:00 | Attraversamenti
Il campo retrostante alla centrale di sollevamento conserva i quattro pozzi da cui veniva prelevata acqua dell’acquedotto Spinadello. Seminascoste alla vista, le torrette di protezione dei pozzi sono oggi 4 puntini da scoprire attraversando il campo in silenzio o in ascolto della natura che li circonda.

21:30 | Incursione sonora a cura di Emiliano Battistini
Emiliano Battistini è musicista, didatta e ricercatore. Diplomato in chitarra e in didattica dello strumento musicale, dal 2011 lavora nel campo del paesaggio sonoro a livello nazionale e internazionale con progetti in solo e collettivi proponendo concerti, installazioni e workshop. Insieme al fotografo Abele Gasparini, partecipa alla mostra con l’opera Walden. www.groundtoseasoundcollective.com, www.riminisoundmap.it, www.vinvoixvalais.ch

Organizza il tuo picnic!
Selezione di bevande Fairtrade, a cura di Equamente cooperativa. Porta da casa quello che vuoi tu, oppure prenota il cestino preparato dal ristorante Casa Artusi.

Evento organizzato in collaborazione con: Cooperativa Equamente e ristorante Casa Artusi.

Maggiori info su: https://www.spinadello.it/event/georama-inaugurazione-mostra-fotografica/

Mercoledì 28 luglio | In tenda sotto le stelle

Quante storie nasconde il cielo?

Teatro di grandiosi fenomeni e avvenimenti, la volta celeste ha ispirato la nostra immaginazione sin dal Paleolitico quando si pensa vennero coniate le prime costellazioni e rappresentate come incisioni sulla pietra. Figure mitiche, eroi, mostri e animali leggendari: durante la serata potremo avvicinarci alla conoscenza del cielo estivo e dei suoi movimenti, partendo proprio dalle storie che lo riguardano. L’osservazione, sia ad occhio nudo che al telescopio, è aperta a tutti e non servono conoscenze pregresse: a fare da ponte tra la terra e il cielo sarà l’astrofisico Oriano Spazzoli!

Dopo l’osservazione, resta in tenda a Spinadello! Potrai dormire per una notte al vecchio acquedotto, sistemando la tua tenda nell’area verde limitrofa alla centrale di sollevamento.

INFORMAZIONI
Prenotazioni via mail all’indirizzo spinadello@gmail.com entro martedì 27 luglio.

Costo visita: € 8 adulti, €4 bambini e ragazzi fino ai 10 anni. Gratuito per i partecipanti sotto ai 10 anni. Costo camp: € 5 a tenda, specifica al momento dell’iscrizione se vuoi restare in campeggio.

Maggiori info su: https://www.spinadello.it/event/astrocamp-2021/ 

Venerdì 30 luglio | Terra e comunità

Parlare di disponibilità, accessibilità e adeguatezza al cibo significa intercettare temi che ricadono nella sfera dei diritti umani. In un mondo in cui oltre la metà delle aziende agricole sono inferiori a due ettari, in cui l’agricoltura familiare è presente sul 70-80% della terra coltivata e produce l’80% del cibo consumato a livello globale, è sempre più urgente promuovere sistemi che assicurino cibo adeguato dal punto di vista culturale, nutrizionale, sociale ed ecologico per tutti.

Nell’ambito della mostra Georama, che indaga il tema della terra attraverso una scenografia composta da nove progetti fotografici, venerdì 30 luglio ti invitiamo a Terra e comunità: serata dedicata alla visione di documentari sui temi dell’agricoltura familiare, dell'agroecologia e della sovranità alimentare.

18:30 | Opening mostra fotografica e visite guidate a cura degli autori

21:30 | Inizio proiezioni open air

Tutti i filmati sono proiettati in lingua originale, con sottotitoli in italiano. Film in visione: 56, documentario 29 min (2016) di Marco Huertas; Burkinabè Bounty, documentario 36min (2018) di Iara Lee; Itrofill Mongen, documentario 26 min (2018) di Diego Olivos Achurra; Los dueños de la selva en peligro, documentario 14 min (2019) di Flay Guajajara.

Organizza il tuo picnic!
Selezione di bevande Fairtrade, a cura di Equamente cooperativa. Porta da casa quello che vuoi tu, oppure prenota il cestino preparato dall’agriturismo La Lenticchia.

Evento organizzato in collaborazione con: MalatestaShort Film Festival (Cesena), Fic Wallmapu – Festival internazionale di cinema indigeno (Cile), Andrea Fantini, Cooperativa Equamente, Associazione LVIA, Slow Food Condotta di Forlì - Alto Appennino Forlivese e Agriturismo La Lenticchia.

Maggiori info su: https://www.spinadello.it/event/terra-e-comunita/

CONTATTI

Tel. +39 328.9582919 | spinadello@gmail.com | www.spinadello.it

Gli eventi sono organizzati da Spinadello - Centro Visite Partecipato, un progetto di Spazi Indecisi, Casa del Cuculo, I Meandri, con il patrocinio e il sostegno di Comune di Forlimpopoli, Unica Reti Spa e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

Copertina: Andrea Fantini Mundialito