sabato 5 dicembre 2020

Per la Prima, la lirica è un film

Una Milano vista dall’alto: deserta, silenziosa, bellissima. 

'A riveder le stelle'  la Scala metterà in scena il 7 dicembre con un cast di 25 grandi protagonisti dell'opera. A 'legare' le arie e i brani famosi che saranno eseguiti con la direzione del maestro Riccardo Chailly sul podio dell'orchestra scaligera ci saranno infatti delle parti di narrazione con brani che vanno dalle lettere di Giuseppe Verdi a Victor Hugo, a Montale a Sting.

    A interpretarle saranno protagonisti della prosa, attori giovani e meno giovani di cinema e teatro.

    Caterina Murino, Bond girl in Casino Royale, leggerà il testo di Fragile di Sting, mentre Massimo Popolizio, che è una delle colonne del Piccolo teatro, un testo di Ingmar Bergman.

    Giancarlo Judica Cordiglia, attore diretto negli anni da Luca Ronconi, Dario Argento e visto in fiction come Don Matteo, sarà invece la voce di una lettera di Verdi su Shakespeare.

    Nel lungo elenco l'unica non attrice sarà Michela Murgia. La scrittrice farà l'introduzione alla parte dedicata alle eroine d'opera.

In un periodo surreale e silenzioso, dove neanche l’ultimo DPCM di Natale, è riuscito a dare una speranza a tutti i lavoratori del mondo dello spettacolo, ai musei, neanche uno sbiadito accenno.

La scala di Milano non si ferma e mette in scena un Film.

Massimo Luca