venerdì 4 dicembre 2020

ANDREA LOMBARDI, QUANDO UNO SU MILLE CE LA FA

Si sta facendo sempre più strada nel mondo della recitazione il giovanissimo attore Andrea Lombardi.
Dopo aver esordito a soli nove anni, al fianco di Leo Gullotta, Giulio Scarpati e Anna Valle, nella fiction Cuore diretta da Maurizio Zaccaro, il ragazzo ha intrapreso in adolescenza gli studi nel mondo dell’arte e si è potuto formare insieme a grandi maestri, in primis con Mario Brusa, il direttore della scuola Sergio Tofano che ha frequentato a Torino.

Tra i ruoli più significativi interpretati da Lombardi c’è quello in Venuto al Mondo di Sergio Castellitto. Andrea ha poi preso parte ad un cortometraggio di fantascienza, intitolato Black Mail, nel quale ha recitato insieme al padre sotto la regia di Andrea Di Bartolo. Quest’ultimo lo ha poi voluto nel cast di Level 05. Una passione, quella della recitazione, ereditata dal suo papà, che in passato ha lavorato per tanti anni come figurante speciale in CentoVetrine, prima di diventare il suo agente.

Cresciuto guardando film italiani e stranieri, Andrea nutre una grande ammirazione per Gabriele Muccino, al punto tale che L’ultimo bacio è uno dei suoi lavori preferiti. Tra i suoi attori di riferimento ci sono invece Pierfrancesco Favino, che ha trovato straordinario nell’interpretazione di Craxi, e Stefano Accorsi. Per quanto riguarda il cinema internazionale, è un grande fan di Batman di Tim Burton e non si è perso le pellicole con protagonisti Michael Keaton, Arnold  Schwarzenegger, Sylvester Stallone, Nicolas Cage e Johnny Depp, passando per la predilezione per Spielberg e James Cameron.

Nel futuro di Lombardi, che si prospetta roseo, c’è anche il set di una pubblicità, di cui presto tutti quanti sentiranno parlare. Anche perché, come lui per primo sostiene, è necessario in questo momento storico dare spazio ai giovani, portatori sani di altre storie e sogni che meritano di realizzarsi