martedì 3 novembre 2020

Duocane, il nuovo Ep "Sudditi" scritto attraverso messaggi vocali su WhatsApp

Tornano i Duocane con un nuovo Ep, "Sudditi", che in cinque istantanee raccoglie storie e suoni della caotica e strampalata vita contemporanea.

"Sudditi" è un Ep scritto attraverso messaggi vocali su WhatsApp durante il lockdown (per il 70% la musica, 100% per i testi), eseguito in sala prove per tre settimane e registrato in presa diretta durante il mese di Giugno. Circa due settimane di lavoro per realizzare riprese, mix e master, seguendo l'istinto e senza particolari artifici in fase di post-produzione.

“Sudditi” si differenzia dal precedente EP, “Puzza di Guiovani” per una maggiore ricercatezza degli arrangiamenti, il sound ne risulta arricchito da sezioni di archi e altri effetti per il basso.

Il commento della band: “La parola "Sudditi" è un gioco di parole tra Sud, sudditi, dita della mano e Sudo (un nostro amico d'infanzia, musa ispiratrice per tutto l'Ep). Consigliamo principalmente di guardare i nostri video sul canale YouTube se possibile, per avere un'idea chiara di chi siamo, poiché siamo molto legati al mondo visual. I brani sono nati spesso da immagini ed intuizioni sonore, si spera, piacevoli. www.youtube.com/channel/UCctOTtYAkCpck4XUzMCotLA/featured”.
 

"Sudditi"
, il nuovo EP - già disponibile su tutti i digital store e presto in copia fisica in edizione limitata - dei baresi Duocane può essere ascoltato sulla pagina Bandcamp ufficiale della band al seguente indirizzo:

Biografia 
I Duocane sono Stefano Capozzo basso e voce (Banana Mayor) e Giovanni Solazzo (Turangalila) alla batteria e percussioni. Nella muica dei Duocane arte (Stefano è un pittore e lavora come insegnante di disegno) e vita ai margini (Giovanni lavora come operatore sociale coi migranti) che si mischiano e integrano costantemente con un approccio volto ad essere il più diretto possibile.