mercoledì 12 febbraio 2020

San Valentino, per 1 italiano su 2 il bacio della mattina batte la cena a lume di candela

È il modo migliore per iniziare la giornata con il sorriso, ma anche ciò che fa capire agli innamorati di avere al proprio fianco una persona speciale. Ecco perché, a San Valentino, la coppia preferisce il “bacio del buongiorno” piuttosto che la classica cena al ristorante.

“Le persone starebbero meglio la mattina se ricevessero un bacio sul naso”. Sul naso, sulla bocca, sulla guancia o sulla fronte: non importa dove, ma quello che disse Charles Monroe Schultz, il fumettista americano celebre per aver creato le stripes dei Peanuts, è ancora molto attuale. Lo stare assieme alla sera, accoccolati sul divano (24%), andare al ristorante per una romantica cena a lume di candela (12%). Non è questo, sorprendentemente, che gli italiani vogliono a San Valentino, bensì il “bacio del buongiorno”, apprezzato da una coppia su 2 (48%).

È quanto emerge da uno studio di Baci Perugina condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 500 coppie italiane attraverso un monitoraggio dei principali social network, forum, blog e community lifestyle internazionali per sondare quali siano i gesti più amati dagli innamorati in occasione di San Valentino.

Un bacio, l’atto d’amore più puro e sincero che possa esistere, può portare inoltre a numerosi benefici per il corpo e la mente. Scambiarsi un’effusione amorosa, infatti, com’è stato documentato più e più volte, attiva il sistema di “ricompensa” del cervello rilasciando neurotrasmettitori come l’ossitocina (definita come “ormone dell’amore”), la vasopressina ed altri utili a mantenere alto e sereno l’umore dell’individuo. Secondo la “Teoria dello scambio di affetto”, menzionata in uno studio del 2009 pubblicato sul Western Journal of Communication, il bacio è direttamente correlato, secondo i ricercatori, all’abbassamento del cortisolo, un ormone che produce lo stress durante il giorno. Secondo altri autori, che nel 2013 hanno condotto uno studio sul comportamento sessuale, il bacio romantico potrebbe rafforzare il sentimento di attaccamento alla persona che si sta baciando, aumentando la sensazione di soddisfazione della relazione che si sta vivendo.

Le coppie hanno in programma di festeggiare San Valentino? La quasi totalità degli intervistati (58%) ha risposto affermativamente, mentre soltanto il 42% del campione ha detto di no in quanto “San Valentino non è soltanto oggi, ma anche tutto il resto dell’anno” (72%); “al mio partner non piace celebrare la ricorrenza” (17%); “non siamo soliti festeggiarlo” (11%).

Che cos’hanno in programma di fare le donne? Quattro intervistate su 10 (42%) vogliono andare fuori, in un ristorante, per una romantica cena a lume di candela mentre il 31% preferisce restare a casa, mangiare qualcosa e vedere il proprio film preferito in compagnia dell’amato. Poco più di un’italiana su 5 (22%), invece, ha già prenotato un week-end lungo, dato che San Valentino quest’anno cade di venerdì, alle terme per trascorrere tre giorni all’insegna dell’amore e del relax. Il restante 5%, infine, confessa di non fare nulla in particolare, in quanto “mi basta stare assieme alla persona che amo”.

Che cos’hanno in programma di fare gli uomini? Quasi 2 italiani su 5 (39%) hanno pianificato una cena al ristorante seguita da una notte “solo coccole e amore”, contro il 27% di quelli che “vado a prenderla dove lavora e, come sorpresa, la accolgo con un mazzo di fiori”. Il 22% del campione intervistato, invece, dichiara di farsi trovare a casa per cucinarle i piatti preferiti. Il restante 12%, infine, confessa di aver prenotato un fine settimana in una città romantica, o in Italia o in Europa.

“Al giorno d’oggi – commenta Lucio Meglio, docente di Sociologia presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale – la riscoperta del contatto fisico, come per esempio il ‘bacio del buongiorno’ che si scambiano gli innamorati, si contrappone ai gesti virtuali che troppo spesso condizionano la vita dei partner. Si preferisce, infatti, guardare prima lo smartphone e poi salutare con un gesto d’amore la propria anima gemella: prediligere il bacio, che non è nient’altro che un semplice contatto a fior di labbra, significa creare un legame intenso con il proprio partner. Oltre al valore sentimentalestudi scientifici hanno dimostrato che esistono numerosi vantaggi fisiologici: dal rafforzare il nostro sistema immunitario al ridurre i livelli di stress, passando per la capacità di contrastare le rughe, dato che baciare una persona mette in azione ben 34 muscoli facciali”.

Ma qual è il regalo più bello che ogni persona desidera ricevere a San Valentino? Qui le coppie interpellate si sono rivelate particolarmente dolci e per nulla legate al lato “materiale”. Ben 1 coppia su 2 (48%), infatti, confessa che non c’è cosa più bella del “bacio del buongiorno” che faccia iniziare la giornata nel migliore dei modi. Il 24%, inoltre, continua su questo filone in quanto considera particolarmente romantico “lo stare assieme, la sera, in casa, accoccolati sul divano guardando un film d’amore”. Il 16%, invece, non rinuncia all’intramontabile scatola di cioccolatini, conto il restante 12% che attende l’invito a cena nel proprio ristorante preferito.

E perché proprio il “bacio della mattina”? Per più di 7 coppie su 10 (72%) “è il modo migliore di cominciare la giornata con il sorriso”, mentre il 61% sostiene che “non ci sia altro, al mondo, di più dolce”. Il restante 43%, infine, collega il gesto al fatto che “mi sono svegliato con al fianco una persona speciale, che è entrata o, spero, entrerà nella mia vita per sempre”.