mercoledì 4 dicembre 2019

Andrea Zanetti, La pace e le guerre d’Italia fra il Quattrocento e il Cinquecento nel romanzo "İl Principe Di Venezia"


Corre l'anno 1509. Siamo a Venezia, la capitale dell'impero più grande, terza per la popolazione del continente. Un uomo incaricato di portare una lettera al Palazzo ducale, compie la sua missione, e cambia così i destini della Repubblica.

Dopo quest'incipit, c'è un salto indietro di venticinque anni, nel 1494. Sta volgendo al termine il Quattrocento, il secolo della Serenissima. Caterina Cornaro, in veneto chiamata Corner, è la figlia della Repubblica Veneziana e la regina di Cipro, Armenia e Gerusalemme, riceve da Enrico Dandolo una convocazione al Consiglio dei dieci di Venezia. Il capo del Consiglio e una persona fidata del Doge, Dandolo le chiede di recarsi in Francia, a Tours, nella residenza di Carlo VIII di Valois che avrebbe avuto, secondo le fonti attendibili, l'intenzione di attaccare il Regno di Napoli dominato dalla Spagna. Il compito che Caterina deve portare a termine è quello di parlamentare con il Re Carlo. La Serenissima Repubblica di Venezia si espande, per terra e per mare, e ha bisogno di annettere la Puglia per controllare gli scambi commerciali con l'Oriente. 

Andrea Zanetti, veneziano di nascita ed esperto della storia e della politica internazionale di mestiere, riesce a creare un intreccio partendo dai fatti storici ben precisi. Per il lettore è una rara occasione di venire a contatto con la valorosa storia, e, anziché avere fatica a collegare i fatti che accadono, sentirsi all'improvviso a proprio agio, a tu per tu con la storia, fino al punto di vivere in quel passato glorioso facendone parte integrante.  

"La pace non è mai sicura in questo mondo di guerra", - afferma il Doge di Venezia, e si attiene alla politica riconducibile alla massima "si vis pacem para bellum". Il romanzo è composto da due parti fondamentali, in cui la prima racconta i tempi della pace (avendo per il titolo "si vis pacem"), e la seconda - le guerre. Non sono tralasciate le attività diplomatiche, come quella, ad esempio, dell'ambasciatore veneziano in Francia Zaccaria di Francesco Contarini - figura storica e personaggio realmente esistito che tutt'oggi ha una sua valenza per aver proposto iniziative di cui ancora si serve la diplomazia attuale.

Un romanzo che interesserà non solo gli appassionati di storia e coloro che amano Venezia, bensì tutti i lettori per un avvincente trama che riguarda la vita privata della grande sovrana Caterina Corner alla quale la Serenissima deve l’annessione dell’isola di Cipro. 

Chi sarebbe il Principe di Venezia a cui questo scritto è dedicato è un grande segreto custodito gelosamente dai più potenti sovrani d’ Europa di quei tempi. Una saga che avrà sicuramente un seguito e ancora farà parlare di sé.



Titolo: Il Principe di Venezia
Autore: Andrea Zanetti
Genere: Romanzo storico
Casa Editrice: Piazza Editore
Pagine: 400
Prezzo: 16,00 
Codice ISBN: 978-88-6341-198-0


Contatti
Link di vendita