giovedì 21 novembre 2019

Il Cubo di Rubik, giornata per eliminazione violenza sulle donne il 25 novembre

25 novembre ore 19,30 presso ristorante La Carovana, via di Vigna Pia 33 Roma evento di Premiazione.

Quest'anno la bon't worry presieduta da Bo Guerreschi assegnerà  diversi premi a personalità del mondo della politica e dello spettacolo che si sono distinte per il loro impegno nel contrastare la violenza di genere. Ospiti della serata sono l'On. Fabio Rampelli, Vicepresidente della Camera, Chiara Colosimo, Consigliere Regione Lazio, Presidente Clemente Mastella, il giornalista Michele Cucuzza; i premiati sono: la Dott.ssa Micaela Libbi, Vicepresidente Internazionale della bon't worry, Federica Borrelli, Responsabile Lazio della citata associazione, Barbara (detta Bibbi) Flaiani, Responsabile  Rapporti Istituzionali italia (bon't worry) On. Giorgia Meloni, Vicepresidente Soci Onorari, Emanuela Del Zompo, Socio Onorario, giornalista, scrittrice ed attrice (autrice ed interprete di Grunda l'angelo dalle ali rotte il primo fumetto sul tema del femminicidio per contrastare la violenza di genere ed opera per la formazione dei giovani adolescenti).
La Presidente Bo Guerreschi tiene a precisare che combattere la violenza non ha colore politico, ma è un dovere umano e sociale in un Paese democratico.


La bon’t worry è una ONLUS, INGO  che lotta contro la violenza di genere.
Nasce nel 2015 dalla volontà della fondatrice Bo Guerreschi e della figlia Asia Guerreschi,
con la collaborazione attiva e concreta dell’Avv. Licia D’Amico.

La bon’t worry è uno strumento di immediato intervento,
di immediata lotta e soprattutto di immediata presa in carico a tutela completa
e concreta delle persone che sono vittime della violenza.

Mission dell’associazione è quella di non far sentire solo chi subisce violenza:
le vittime non possono essere lasciate sole, non possono morire per poter essere ascoltate.
Troppo spesso al posto della giustizia incontrano la morte o la sofferenza che le trascina in un vortice
di traumi inimmaginabili da superare.

Troppo spesso le vittime vengono lasciate sole
con la stanchezza di un continuo chiedere aiuto mai ascoltato.

La bon’t worry dal 2017 è riconosciuta INGO ( associazione non governativa internazionale) in UE e registrata, oltre riconosciuta dalla GlobalCompact UN ( fondata da Kofi Annan) .

Riconosciuta istituzionalmente sia in Italia che all’estero

Nel 2020 / 2021 terminerà le registrazioni in Uk/ Londra come Government Commission e in US/NY come bon’t worry America (federale).

Ad oggi ha in carico 503 vittime e in 5 anni ha salvato oltre 1000 vittime.

La presidente essendo un’economista internazionale, ha disegnato fin dall’inizio, un’economia innovativa per la La bon’t worry.

La violenza ha cause, concause e applicazione del  principio d'indeterminazione di Heisenberg stabilito in meccanica quantistica, riportandolo nella psicologia e criminologia giudiziaria.