giovedì 11 luglio 2019

Sabbioneta, il sindaco Marco Pasquali e un programma politico fatto di attaccamento al territorio. L'intervista di Fattitaliani

Costruita secondo canoni rinascimentali dai Gonzaga, Sabbioneta è una città da visitare assolutamente: un gioiello, patrimonio dell'umanità, reso dalle teorie Cinquecentesche che ne hanno guidato la progettazione un borgo dall’incredibile pregio architettonico e artistico: nelle sue vie, nei suoi scorci e nei suoi palazzi si possono riconoscere le teorie prospettiche e le teorie delle proporzioni che conferiscono alla cittadina armonia ed eleganza. A guidare la città - a circa trenta km da Mantova - c'è un sindaco giovanissimo, Marco Pasquali, che Fattitaliani ha intervistato.

Signor Sindaco, Lei è molto giovane: da quando milita in politica?
Ho 26 anni e milito dal 2014 m'interesso di politica, dalle scorse elezioni amministrative di Sabbioneta. Milito in un partito, sono appassionato di politica locale.
Con quale partito si è presentato?
Mi sono presentato con la lista civica "Sabbioneta Davvero", perché l'importante per i nostri paesi - Sabbioneta ha 4.200 abitanti - è l'attaccamento al territorio, al luogo dove si è nati, si vive.
"Davvero" perché? a differenza delle proposte di altri partiti o rispetto al passato?
Rispetto a una proposta diversa che non tiene conto del bene del paese ma di altre logiche.
I Sabbionetani hanno votato Lei perché La conoscevano, per le promesse fatte...
Hanno votato noi perché ci siamo presentati come squadra compatta, coesa, locale, territoriale con un programma fatto di concretezza, fatto di attaccamento al territorio e con persone credibili che vivono quotidianamente il paese e tutte le sue frazioni.
Per mettere in atto questa credibilità portata avanti durante la campagna, quale primo provvedimento avete preso appena dopo la vittoria?
Abbiamo dovuto gestire alcune situazioni complicate come la chiusura del traffico in relazione ai diversi cantieri partiti il 27 maggio, il giorno dopo le elezioni: ci siamo trovati una situazione da gestire e lo abbiamo fatto cercando di creare meno disagi possibili. Un'azione sulla quale crediamo  e punteremo molto è la comunicazione: comunicare ai nostri cittadini quello che viene fatto, perché tante volte le cose si fanno ma la gente non lo sa e questo è un problema.
Lei è giovane, Sabbioneta è un gioiello: vuol dire che anche le amministrazioni precedenti hanno lavorato bene...
Tutti hanno fatto qualcosa di buono per portare avanti il progetto di Sabbioneta: le proposte possono essere diverse, a livello politico e amministrativo le strade da prendere possono essere le più ampie, quindi sì, c'è chi ha fatto bene, chi ha fatto meno, chi aveva priorità, chi ne aveva altre.
Che cosa è successo con la Lega? l'hanno sconfessata?
È successo che a livello provinciale si è creduto di più a un progetto che non era il nostro.
Adesso i rapporti sono più distesi?
I rapporti non sono più distesi, sono... di attesa: vediamo cosa succede. È una questione abbastanza curiosa quello che è accaduto, la viviamo con questa curiosità e sappiamo di non avere sbagliato a livello di regolamenti, strategie e comunicazione. La nostra non mai è stata una campagna contro la Lega, ma sempre una campagna per Sabbioneta e questo la gente ce l'ha riconosciuto.
Quindi non siete contro ma fermi sulla vostra posizione...
Siamo fermi su una posizione che ci ha visti aver ragione alla fine a livello locale, perché fare una campagna per dire "sono di questo partito piuttosto che di un altro" non va nell'interesse di Sabbioneta, che era quello che interessava a noi ed è quello che abbiamo fatto discretamente e adesso è quello per cui lavoriamo.
A proposito di Sabbioneta, patrimonio dell'umanità, e della sua vocazione turistica, c'è un problema di collegamenti per arrivare qui...
Verissimo.
Mi sembra contradditorio: è più Mantova che non vuole mandare persone qui o è Sabbioneta che non ne vuole?
Sabbioneta vuole tanta gente, lo vogliamo noi, lo vogliono i nostri monumenti bellissimi, lo vogliono i commercianti. I problemi sono relativi ai rapporti fra le due città che in passato non si sono mai trovate forse sulla stessa lunghezza d'onda, sebbene lo fossero a livello politico. Quindi, anche questo è curioso: noi stiamo cercando di avere dei rapporti più stretti possibili con tutti, stiamo stringendo collaborazioni, ci stiamo incontrando per capire che strada prendere. Mantova è una città, ma siamo molto vicini anche a Parma e quindi anche questo è un canale privilegiato da sfruttare. Però arriviamo adesso in una situazione in cui di fatto è difficile arrivare a Sabbioneta: bisogna venirci apposta con i mezzi che ci sono.
Ogni Sindaco di posti così turisticamente attrattivi dà una definizione del proprio paese dicendo che è "il più bello" o "il più felice". Sabbioneta per lei è...?
Sabbioneta non è la più felice, è sicuramente il centro di questo territorio fatto di natura, storia, piccoli paesi che devono iniziare a fare rete e lo stanno facendo in parte, perché promuovendosi in maniera coesa è chiaro che i benefici possono esserci per tutti. E Sabbioneta deve essere il centro di questo territorio perché lo merita per storia, per interesse, per il nome che ha e per i collegamenti - forse non fisici però sicuramente culturali e di associazioni e organizzazioni; insomma, è uno dei borghi più belli d'Italia, bandiera arancione del Touring Club, è patrimonio Unesco, non può essere come un altro paese.

Immagino che gli abitanti siano molto orgogliosi...
Sono molto orgogliosi e per scendere nello specifico le diverse frazioni di Sabbioneta sono a loro volta orgogliose di esserlo, quindi è un sano campanilismo che promuove molte iniziative locali, molto locali: ho qui l'invito a partecipare a una festa di via di case che da dieci anni si ritrova per fare una pizzata d'estate, con musica e karaoke. Sono tutte quelle iniziative positive che fanno capire l'orgoglio di appartenere a Sabbioneta ma anche alle singole vie.
Come definirebbe il carattere dei Sabbionetani?
Sono molto pretenziosi, orgogliosi e degni di quello che li ci circonda. Giovanni Zambito.