venerdì 26 luglio 2019

Il dittico verista ‘Cavalleria Rusticana e Pagliacci’ il 29 luglio a Taormina per Mythos Opera Festival

Sarà in scena al Teatro Antico di Taormina, lunedì 29 luglio alle 21 e 30, nell’ambito del Mythos Opera Festival, il dittico verista per eccellenza Cavalleria Rusticana e Pagliacci.
I due atti unici, rispettivamente di Pietro Mascagni e Ruggero Leoncavallo, saranno diretti da Roberto Cresca, qui nella veste anche di protagonista di Pagliacci. “Una scelta fatta per omaggiare Leoncavallo del quale si festeggiano i 100 anni dalla morte – spiega Cresca - La visione registica delle due opere sarà unica, con intrecci che legheranno i due titoli in un unico grande spettacolo. Ho voluto eliminare – prosegue il regista - tutto quel folklore siciliano che si è soliti vedere nell’opera di Mascagni, spostando la vicenda nel secondo dopo guerra in un non ben definito “sud”. Tutta l’opera sarà permeata da una sensazione onirica, sì mi schierano sogno e realtà, in un gioco di parallelismi sviscerati dalla potenza drammatica della musica di Mascagni. Lo stesso sarà per Pagliacci, dove ho inserito un palese omaggio a Fellini, nonché - conclude - alla grandissima attrice Giulietta Masina”. Dunque una visione quasi cinematografica della messa in scena, con uno sguardo al neorealismo italiano. Ogni elemento musicale verrà sottolineato e coreografato, grazie all’esperienza di musicista di Roberto Cresca, che numerose volte ha anche interpretato il ruolo di Turiddu. I protagonisti di Cavalleria Rusticana sono Cristina Santi (Santuzza, nella foto), Gianluca Sciarpelletti (Turiddu), Eugenia Babich (Mamma Lucia), Karina Demurova (Lola), Carmine Monaco D’Ambrosia (Alfio). Quelli di Pagliacci, invece, Maria Addolorata Mondella (Nedda), Roberto Cresca (Canio), Federico Parisi (Beppe), Alessio Quaresima Escobar (Tonio) e Jorge Tello (Silvio).

Le musiche saranno eseguite dall’Orchestra Filarmonica della Sicilia, diretta dal maestro Francesco Di Mauro. In scena anche il Coro lirico mediterraneo ed il Coro di voci bianche ‘Giacomo Puccini’, diretti rispettivamente da Alessandra Pipitone e Claudio Corsari e presieduti da Nuccio Anselmo. I costumi portano la firma di Angela Chezzi. “Abbiamo inteso onorare Leoncavallo nel centenario della sua scomparsa con questa serata al Teatro Antico di Taormina. Un omaggio dovuto ad uno dei più grandi compositori della Giovane scuola italiana – commenta Gianfranco Pappalardo Fiumara, ideatore del Mythos Opera Festival - Ed abbiamo inteso onorarlo con una delle opere più importanti, ‘Pagliacci’, in un unico atto. Accanto ad essa abbiamo messo, come da tradizione, ‘Cavalleria Rusticana’ di Mascagni. Con la regia di Roberto Cresca vivremo l’emblematica relazione tra le due opere. Sono orgoglioso, quale ideatore del Mythos Opera Festival, di aver potuto programmare una rassegna così ricca”. Ad aprire la serata un’originale overture in moda curata da Liliana Nigro, docente di Storia del costume per lo spettacolo. Un trionfo di stoffe, trine, pizzi, merletti e tanta avanguardia costumistica. Saranno 70 gli abiti, vere e proprie opere d’arte, che sfileranno davanti al pubblico del Teatro Antico di Taormina. “Il nostro è un omaggio sia a Cavalleria Rusticana che a Pagliacci – spiega Liliana Nigro - Ma è anche un omaggio alla Sicilia tutta e a Franco Zeffirelli, che purtroppo recentemente ci ha lasciati ma con un’eredità materiale e immateriale incredibile”. Prima dell’ingresso al Teatro Antico una performance di moda attraverserà il corso e si concluderà nel belvedere di Taormina.