domenica 12 maggio 2019

Libri, "Dieci piccoli gialli" nuovo libro di Carlo Barbieri edito da EL/Einaudi Ragazzi. L'intervista di Fattitaliani

Il 14 maggio sarà in libreria il nuovo libro di Carlo Barbieri con una novità: edito da EL/Einaudi Ragazzi, è una raccolta di mini gialli per bambini dagli 8 anni in su. Il titolo è Dieci piccoli gialli. Il protagonista è "Francesco detto Ciccio perché in Sicilia è il diminutivo di Francesco, ma forse anche perché è un po' cicciottello". Un bambino che vuole fare il poliziotto: sarà il futuro commissario Francesco Mancuso, protagonista dei romanzi gialli dello scrittore palermitano? Fattitaliani ne parla direttamente con l'autore. L'intervista.

Il titolo della raccolta -oltre al numero dei racconti che comprende- è più un omaggio al genere in sé o ad Agatha Christie o tutte e due le cose?
Il titolo è stato proposto in realtà dall'editore, e devo dire che mi è piaciuto più di quello che avevo in mente io. I motivi, come hai intuito, sono più d'uno: chiarisce in tre parole il numero, le dimensioni e il genere dei racconti ("dieci", "piccoli", "gialli"); inoltre - è vero - richiama il celebre "Dieci piccoli indiani" di Agatha Christie, e questo è certamente un omaggio alla grandissima scrittrice ma, a mio avviso, anche qualcosa che rende il titolo facile da ricordare. In sintesi: quelli della EL/Einaudi Ragazzi sono davvero bravi.  
Quanto di te bambino c'è in Ciccio?
Bella domanda, non ci avevo pensato. Ciccio è un bambino abbastanza normale, quindi ha certamente qualcosa in comune con la maggior parte dei bambini e quindi con il "me" piccolo:  la curiosità, per esempio, e il fatto che gli piaccia più giocare che studiare (ma alla fine, magari dopo un po' di contrattazione con la mamma, i compiti li fa). Ecco, mi somiglia particolarmente in due cose: il bellissimo rapporto col nonno, e la grossa simpatia che avevo per un'amichetta alla sua stessa età.     
Ti è stato facile a livello narrativo raccontare per piccoli lettori? in che modo il tuo stile vi si è "adeguato"?
Qui credo che salti fuori di nuovo mio nonno. Era un grande e instancabile narratore di favole, le sapeva raccontare come un bambino le vuole ascoltare. Può essere che mi abbia trasmesso qualcosa per "contatto"... o forse via DNA? 
Il protagonista si chiama Francesco come il commissario dei tuoi romanzi gialli. In Ciccio quali capacità intuitive tipiche da bambino si svilupperanno nel personaggio da adulto? 
Se per "personaggio da adulto" intendi il commissario Francesco Mancuso della Omicidi di Palermo, protagonista dei miei gialli "per grandi"... guarda che non scrivo da nessuna parte che il piccolo Francesco/Ciccio sia il commissario Mancuso da piccolo. E infatti di Ciccio non si sa il cognome. Ma facciamo che tu abbia indovinato e mi abbia letto nel cuore, e che il piccolo Ciccio sia proprio lui: quando diventerà il commissario Mancuso, conserverà la capacità di unire fantasia e ragionamento per arrivare a conclusioni che altri non riescono a vedere. 
Quale parte infantile Francesco terrà sempre e quale invece perderà col tempo?
Sempre all'insegna del facciamo che Ciccio diventi il commissario Mancuso: gli rimarranno l'immaginazione e un nocciolo di bontà che lo renderà umano anche nelle situazioni più pesanti. Perderà invece l'innocenza e la fiducia, come si dice oggi, "di default" negli altri. 
Le illustrazioni sono nate di pari passo?
No. Le illustrazioni, frutto del lavoro - anche interpretativo del testo - della bravissima Chiara Baglioni, sono state commissionate dalla casa editrice all'artista come parte del processo di pubblicazione. Giovanni Zambito.

Carlo Barbieri è nato nel 1946 a Palermo. Ha vissuto nel capoluogo siciliano, a Catania, Teheran e Il Cairo, e adesso risiede a Roma. Ha pubblicato Pilipintò-Racconti da bagno per Siciliani e non, e i gialli La pietra al collo, Il morto con la zebiba (ripubblicato nella collana Noir Italia de IlSole24Ore), Il marchio sulle labbra, Assassinio alla Targa Florio e La difesa del bufalo, gli ultimi tre con Dario Flaccovio Editore. Con la stessa casa editrice ha pubblicato anche la raccolta di racconti Uno sì e uno no. Il suo ultimo libro, dedicato ai lettori più giovani, è Dieci piccoli gialli edito da EL/Einaudi Ragazzi. Barbieri è stato premiato, fra l’altro, al Giallo Garda, al Città di Cattolica, al Città di Sassari, all’Efesto-Città di Catania, allo Scerbanenco@Lignano e, per due volte, all’Umberto Domina. Cura una rubrica con Malgradotutto e collabora con diverse testate web fra le quali fattitaliani.it e MetroNews, il quotidiano delle metro di Roma, Milano e Torino.