domenica 28 aprile 2019

Libri, Consuelo Valenzuela: "Voglio cambiare il mondo. 18 donne che hanno segnato la Storia"

Dopo la "Guida alle più belle case di artisti in Italia", edito da Stampa Alternativa nel 2016, Consuelo Valenzuela ha pubblicato "Voglio cambiare il mondo. 18 donne che hanno segnato la Storia" (edito da Stampa  Alternativa, uscito lo scorso 21 marzo, € 15), che raggruppa le biografie di 18 donne, perlopiù sconosciute e provenienti da paesi ed epoche diverse, che hanno compiuto delle imprese straordinarie.

Donne coraggiose, temerarie ed eccentriche, ma anche sole, fragili e incomprese, quando non apertamente perseguitate dai loro contemporanei. Donne che non si tirano indietro di fronte al pericolo, all'avventura, sia essa reale o intellettuale. Donne che, per inseguire i propri sogni, lottano contro ogni tipo di avversità e, andando controcorrente, sfidano le convenzioni sociali del tempo in cui vivono. Sono loro le 18 protagoniste di questo libro, provenienti da epoche e paesi diversi: come Fatima Al-Fihri, che nel IX secolo d.C. ha fondato a Fès, in Marocco, la prima università del mondo; oppure Jeanne Baret, che nel '700 si è imbarcata su una nave che circumnavigava la Terra, travestita da uomo, per coltivare i suoi studi di botanica; o Lyudmila Pavlichenko che, in tempi più recenti, insieme ad altre donne russe arruolate nell'Armata Rossa, ha combattuto contro il nemico nazista... Sono, queste, alcune delle donne di cui si narra nel volume: talvolta dimenticate per secoli, tutte ingiustamente cancellate dalla Storia con la s maiuscola nonostante vi abbiano lasciato un'impronta indelebile.