giovedì 28 febbraio 2019

Paolo Ruffini, a "UP&Down - Un film normale" il premio come Miglior Docufilm per il Sociale

Nella prestigiosa cornice della settantatreesima edizione dei Nastri d’Argento al WeGil di Roma si è tenuta la consegna dei premi dedicati ai film documentari, un autorevole riconoscimento istituito dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani e assegnato ogni anno al meglio della produzione cinematografica nazionale.

A ricevere il premio speciale per la categoria Miglior Docufilm per il Sociale è stato il docufilm  “UP&Down – Un film normale”, diretto da Paolo Ruffini e Francesco Pacini,  prodotto da Non c’è Problema, Laser Film, Fenix Entertainment e Agnus Dei Production. 
La pellicola “UP&Down - Un film normale” è una vera e propria indagine sulla normalità, raccontata attraverso gli occhi incantati di interpreti straordinari: cinque attori con Sindrome di Down e uno autistico, accompagnati, in un viaggio lungo un anno intero, dall’amico Paolo Ruffini.
I protagonisti sono Federico, Andrea, Erika, Giacomo, Simone e David, tutti attori della compagnia teatrale livornese Mayor Von Frinzius diretta da Lamberto Giannini, con i quali Paolo Ruffini ha realizzato lo spettacolo “UP&Down”, che è andato in scena nei più importanti teatri d’Italia. E proprio durante il tour sono state realizzate le riprese del film che raccontano l’avventura di questi attori molto speciali, narrate dalla voce di Pino Insegno.

Sono stati 65 i docufilm ammessi alla selezione ufficiale dei Nastri d’Argento-Doc 2019, con i premi che sono stati decisi dal direttivo del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. La preselezione ha interessato, per regolamento, soltanto film proposti nell’anno solare 2018 da Festival e rassegne e diffusi poi in sala o in tv.