martedì 5 febbraio 2019

Nylon, “Quasi Fosse Una Tempesta” l'album di debutto disponibile da oggi

L’album è stato anticipato dal singolo “L’INDECENTE”, nel mese di novembre 2018 ed è composto da 10 tracce caratterizzate da stili diversi, che insieme rendono questo progetto unico.

“QUASI FOSSE UNA TEMPESTA”, il primo album dei NYLON, vincitori di Rock Targato Italia 2018, è disponibile in tutti i negozi di dischi e webstore a partire da oggi 5 febbraio 2019.
“…Un lavoro sincero, di cui speriamo si percepisca il cuore che ci abbiamo messo. Contiene un pugno di canzoni di amore di gioia e di vita, nelle quali crediamo molto. Dell’album abbiamo curato testi, musiche e arrangiamenti in modo maniacale…” Nylon
TRACKILIST E PRESENTAZIONE BRANI
Intro/Tre colpi

Due brani, concepiti come uno solo: un intro strumentale dai toni epici apre a un brano che ammicca al grunge, per parlare di una storia fatta di incomprensioni, di cose non dette e cose che si vorrebbero dire.



Niente da aggiungere

Un ritmo trascinante, che ammicca alla disco anni '70, si pone in contrasto con un testo che parla della pochezza umana e del niente che resta da aggiungere quando la meschinità ha già parlato.



L’Indecente

L'indecente è il primo singolo dei Nylon, uscito insieme al videoclip a novembre 2018.

Una canzone per dire ai ben pensanti che: “Non giudicatemi se sono diverso da voi... provate invece a chiedervi se la mia vita è divertente o indecente”.



Irene

Cosa vuol dire essere adolescente? Come viene percepita la sensibilità di una ragazza che vive sapendo cosa vuole? Volere è dolore.



Carne e febbre

Sesso e poesia in una canzone sussurrata sotto le lenzuola, che lascia solo il tempo per una riflessione prima di ricominciare a rotolarsi nella passione.



Fotogenia

Quattro fotografi, quattro foto di arte cruda e viscerale, con un ritornello in cui la macchina fotografica ammette di essere solo uno strumento al servizio dell’artista che la maneggia.



La dama del fiume azzurro

Un tributo alla città che ha dato i natali alla band, Pavia... ma con un sentimento talmente viscerale da permettere a ogni ascoltatore di riconoscerci casa propria.



Guendaline

Cosa succede quando vorresti scrivere una canzone ma il locale è afoso e le parole non escono?

Arriva Guendaline che ti serve la birra di troppo, quella che ti fa venire le parole e ti fa barcollare fuori dalla "cantina" con una nuova canzone in tasca.



Le Confessioni dell'arcangelo Gabriele

Un dialogo inaspettato tra personaggi agli antipodi: un ex militare di carriera che ha vissuto conflitti bellici e interiori e un musicista di strada che ascolta le sue confessioni.

La canzone è nata da un incontro casuale: il militare in pensione racconta la vicenda, amara e triste che gli ha cambiato la vita. La storia di una donna uccisa in un agguato, la caccia, la vendetta e un finale malinconico sulle rive di un lago, dove vivere gli ultimi giorni.

Una poesia dedicata a una storia vera.