lunedì 10 dicembre 2018

Libri, “Parafilie e devianza” di Fabrizio Quattrini: galassia dei gusti sessuali e dei comportamenti sessuali atipici. La recensione


Recensione di Donatella Di Maio

“Parafilie e devianza” di Fabrizio Quattrini, è un pregevole manuale, nel quale l'autore analizza e descrive, in modo acuto e non convenzionale, l'articolata e magmatica galassia dei gusti sessuali e dei comportamenti sessuali atipici, ossia che si discostano da quella griglia di valutazione entro cui siamo soliti collocare i parametri di “normalità”, contrapponendoli ai parametri di devianza, cioè a quell'insieme di comportamenti parafilici e disturbi parafilici.
Fabrizio Quattrini spiega come ancora il termine “parafilia” sia poco diffuso: ad esso si preferiscono i termini molto meglio conosciuti di "devianza" o "perversione".
Nel DSM 5 viene definito "parafilia" un comportamento che "prevede un intenso e persistente interesse sessuale diverso dall'interesse sessuale per la stimolazione genitale o i preliminari sessuali con partner umani fenotipicamente normali, fisicamente maturi e consenzienti". Leggermente diverso è il Disturbo Parafilico, in cui il soggetto "oltre ad avere un intenso e persistente interesse sessuale per particolari attività erotico-sessuali, vive l'esperienza e i vissuti parafilici con disagio, tanto da arrecare danni a sé stesso".
La cornice teorica introduttiva è rappresentata dalla definizione del concetto di "normalità" che si snoda lungo una interessante e variegata tassonomia di chiarificazione linguistico-terminologica e culturale del concetto di normalità e del suo contrario e che si declina, come emerge chiaramente dalla approfondita disamina affrontata nelle pagine del testo, in una improbabile dicotomia nella quale, a ben vedere, i due termini non sono nella realtà così netti e circoscritti, ma che finiscono col mescolarsi e fondersi, e che il labirintico simbolismo linguistico entro cui sostano le definizioni polarizzanti, rispondono più che altro ad una esigenza di rassicurazione da parte della società e della cultura dominante.
Scrive infatti Quattrini: "La normalità è un concetto sociale, che esiste solo in riferimento alla regolamentazione delle masse e alla possibilità di una uniformazione collettiva dei comportamenti dell'essere umano".
Una normalità vista dunque come un "concetto sociale", una "sovrastruttura", strumentale ad una omologazione collettiva, soprattutto quando essa interseca la delicata sfera della sessualità, costellata ancora di granitici pregiudizi, capaci di condizionare in modo non certo secondario l'esistenza individuale. Si delinea pertanto, nel libro, un concetto di normalità simile a un firmamento, multiforme e polisemico, che digrada in tre sottotipi: 1) La normalità statistica. 2) La normalità biologico-medica. 3) La normalità giuridica.

Nella seconda parte l'autore affronta con rigoroso metodo scientifico i “Disturbi Parafilici”, offrendo un valido e aggiornato punto di vista su quelli maggiormente rilevanti, analizzati secondo un approccio clinico-diagnostico integrato: il modello psicodinamico, il modello cognitivo-comportamentale, il modello biologico-evolutivo.
I Disturbi Parafilici maggiori sono 8:
Il Disturbo Esibizionistico
Il Disturbo Voyeristico
Il Disturbo da Masochismo Sessuale
Il Disturbo da Sadismo sessuale
Il Disturbo Pedofilico
Il Disturbo Feticistico
Il Disturbo da Travestimento
I Disturbi Parafilici con Altra Specificazione.

Nell'ultima parte, il manuale ci conduce nel dibattuto e delicato mondo del sesso estremo: il BDSM.
Particolarmente interessante ritengo sia la definizione che ne fa il Quattrini nel suo testo: "Solitamente fraintesi, inquadrati come bizzarri, devianti, malati, perversi, i comportamenti sessuali atipici sono invece la manifestazione di un nuovo modo di vedere e vivere l'esperienza e la complicità intimo-sessuale".
Uno sguardo diverso quello di Quattrini, scevro da pregiudizi, anticipazioni, stigmatizzazioni, che amplia gli orizzonti ristretti, sottrae al cono d'ombra ambiti e tematiche ancora poco conosciuti, poco indagati, molto travisati.
Un libro denso, coinvolgente, utile a tutti.

Link:

Fabrizio Quattrini

Donatella Di Maio