mercoledì 12 dicembre 2018

Agrigento, Vittorio Sgarbi: L'arte riflette gli umori e gli stati d'animo viscerali di un secolo

L'arte riflette gli umori e gli stati d'animo viscerali di un secolo.
Da personaggio pubblico, critico d'arte privilegiato, intriso di una visione politica e di un sapere onnicomprensiva, Vittorio Sgarbi regala ad Agrigento, di fatto, una lectio fuori dai canoni, in cui, uno dopo l'altro, artisti misconosciuti, dimenticati (alcuni accantonati per aver immortalato il Ventennio e i suoi protagonisti). Eccoli mentre riprendono vita e ci regalano la loro visione del mondo... Dopo attenta epurzione lessicale - perché, sottolinea Sgarbi con decisione, un artista va ricordato per come rappresenta, per la sua capacità visiva, per tecnica e perizia e non per scelte di orientamento politico (o di altri dati sensibili) in primis di rappresentare la storia di quel momento-.
Accanto loro gli appassionati del dinamismo del futurismo, i Felice Casorati, i Boccioni, senza dimenticare il siciliano Fausto Pirandello, tutto in forma fi diario, lo svelamento intimo di una ricerca. 
È preciso, Vittorio Sgarbi, nella sua lunga disamina pubblica tenuta allo Spazio Temenos, introdotta dalla bella premessa del critico Paolo Giansiracusa, che ha condotto l'incontro senza sbavature. 
È più istrionico e divertito, Sgarbi, con tanto di siparietto in salsa polemica, durante l'atteso appuntamento presso l'Accademia di Belle Arti Michelangelo, introdotto dal direttore Alfredo Prado.
Un momento di distensione, di cordiale condivisione, è stato quello che lo ha visto dipingere, sotto la cura del maestro Boscia, una serie di piastrelle. Verranno cotte e rimarranno a ricordo di una mattina particolare. È seguito un momento di confronto, la lunga fila per gli autografi e le foto. Merita menzione il volume, splendidamente esaustivo ed illustrato. Si tratta di un primo volume, la seconda parte è attesa per aprile.

Vittorio Sgarbi
Il Novecento. Ediz. illustrata: Il Novecento. Dal futurismo al neorealismo: 1, 
La nave di Teseo editore