lunedì 12 novembre 2018

Fiore Gemello di Laura Luchetti colleziona numerosi successi nei festival del cinema internazionali

“Fiore Gemello” di Laura Luchetti continua a collezionare successi a livello internazionale, riuscendo a sorprendere e ad entusiasmare il pubblico di tutto il mondo. 

Dopo l’anteprima mondiale al Toronto Film Festival, dove è stato l’unico film italiano premiato con la Menzione della critica Fipresci, il debutto europeo al LONDON Film Festival e la prima italiana in concorso ad Alice nella città, sezione parallela del Cinema di Roma, la delicata e intima pellicola di Laura Luchetti continua il suo viaggio nei più importanti festival a livello internazionale. “Fiore Gemello” arriva anche in Francia dove trova anche qui un’altra calorosa accoglienza. Infatti dopo aver vinto il Festival CINEMED di Montpellier guadagnandosi l'ambito premio L'Antigone D'Oro, il film vince il Premio della Giuria Giovani al Festival del Cinema Italiano a Villerupt. 
"Fiore Gemello” è in questi giorni in Svezia al Festival di Stoccolma, sarà poi in concorso a fine novembre al Festival de Cine Italiano de Madrid e all'interno dello stesso Festival sarà presentato, come evento speciale, anche il cortometraggio in stop motion “Sugarlove” sempre scritto e diretto da Laura Luchetti, che ha avuto il suo debutto a Venezia alla Settimana Internazionale della Critica 2018. A dicembre Fiore Gemello tornerà nuovamente in Francia, a Parigi, in occasione del festival di cinema italiano “De Rome à Paris”. 

Fiore Gemello di Laura Luchetti è un lungometraggio delicato e molto intenso. Tratta la storia d’amore tra due adolescenti Anna e Basim. Anna è la figlia di un trafficante di migranti, mentre Basim è un immigrato clandestino proveniente dall’Africa. Nonostante provengano da due mondi diversi e non parlino la stessa lingua, i due condividono la stessa voglia di fuga dal loro passato. I due iniziano così insieme un viaggio attraverso i paesaggi della Sardegna che li porterà a guardare al futuro, grazie al loro amore e ad abbandonare il loro diverso, ma in entrambi i casi rovinoso passato.

Laura Luchetti ha girato negli anni cortometraggi premiati in vari Festival Internazionali, video musicali, e pubblicità. Ha scritto e diretto due episodi del film corale “Feisbum” e due opere teatrali legate al mondo della musica classica (“Il Giardino del Maestro” con Alessio Boni e l’adattamento di “Histoire du Soldat” con Andrea Bosca). Ha diretto e prodotto un documentario per Channel Four e Miramax sul regista inglese Anthony Minghella. Nel 2014 negli Stati Uniti ha fatto parte del progetto Consenses Art International Exhbition con la sua prima Video Installazione "Searching". Il suo primo lungometraggio “Febbre da Fieno” e’ stato selezionato e premiato in importanti Festival internazionali.
Ha appena terminato il suo primo progetto in animazione "Bagni", che è entrato nella Cinquina dei Nastri D'Argento 2016 ed è stato selezionato in concorso in numerosi festival internazionali ricevendo numerosi premi. "Fiore Gemello" il suo secondo lungometraggio, già selezionato all'Atelier del Festival di Cannes nel 2015 e al Sundance Screenwriters Lab 2015, è ora in presentazione nei più importanti festival internazionali.