giovedì 18 ottobre 2018

Chiara Messina a Fattitaliani: Tutto quello che mi accade intorno è fonte di ispirazione. Intervista alla scrittrice di romance erotici


di Laura Gorini - L'ispirazione per una nuova storia può nascere da qualsiasi cosa. Una canzone, un’immagine o ancora un avvenimento reale. Non so come spiegarlo, ma in un determinato momento mi scatta qualcosa in testa e personaggi e dinamiche appaiono nella mia mente.

Chiara Messina comincia riversare i suo pensieri, le sue fantasie su i fogli nell’adolescenza, quando scelse lo studio alla carriera artistica. Scrive di tutto, da poesie a testi di canzoni, da racconti di bambini a storie fantasy, ma quando nel 2014 approda sulla piattaforma wattpad si mette in gioco sul serio, facendo leggere a tutti quello che sino a quel momento solo lei conosceva. Dopo un primo tentativo con “Aspettavo te”, sospesa e cancellata da wattpad, nasce “Angel -mai e per sempre-” romanzo rosa con sfumature erotiche, primo volume di una duologia che ha raccolto molti consensi sul social gratuito, quasi mezzo milione di letture, spingendo l’autrice ad autopubblicarlo, sia in ebook che cartaceo, su Amazon. Successivamente ha pubblicato il secondo volume “Dominic -mai e per sempre vol.2-” e qualche mese dopo “Molto più di una bugia”, il suo primo romanzo autoconclusivo che è stato dichiarato da alcuni blog un ottimo mix di eros, amore e suspance.
Non predilige nessun genere letterario da leggere, mai suoi scritti sono principalmente romanzi rosa, storie d’amore e romanzi erotici e suspanse romance.
La sua fantasia sembra non avere limiti, al momento si sta occupando della stesura di due nuovi romanzi e della promozione dei suo autopubblicati e ha un lavoro a tempo pieno da mamma super fiera.
Scrivere le piace tanto quanto cucinare, tanto da aver conseguito il diploma all’istituto alberghiero e essere diventata chef di pasticceria dopo parecchia gavetta. Chiara ritiene che la pasticceria sia un ottimo compromesso tra fantasia, sfogo del proprio estro e precisione.
Ama il lavoro di gruppo, come ama i suoi momenti di estrema solitudine dove riesce a creare le sue trame e i suoi amati personaggi. Dorme forse troppo poco, ma per lei la notte è il momento perfetto per riversare i suoi pensieri su carta. Divoratrice insana di serie tv.

Chiara, come avviene il tuo avvicinamento alla scrittura?
Scrivo da sempre. All’inizio scarabbocchiavo qualche favoletta, poi piano piano quelle favolette sono diventati racconti. all’epoca delle superiori scrivevo poesie e testi di canzoni: amavo, e amo ancora oggi, la musica di ogni genere, classica, pop, rock, alternative, insomma basta che sia musica. Il mondo della scrittura mi ha sempre affascinata. Credo che il momento creativo sia qualcosa di eccezionale, creare una trama, dei personaggi dal nulla è qualcosa di unico, un momento intenso per lo scrittore. La scrittura è un momento intimo, un momento nel quale l’autore si apre totalmente, si mette a nudo e diventa vulnerabile. Quindi mi sono avvicinata alla scrittura per me stessa, per esprimermi, per aprirmi e raccontare tramite le mie storie chi sono, i miei sogni e le mie paure.

Da cosa nascono le tue ispirazioni?
L'ispirazione per una nuova storia può nascere da qualsiasi cosa. Una canzone, un’immagine o ancora un avvenimento reale. Non so come spiegarlo, ma in un determinato momento mi scatta qualcosa in testa e personaggi e dinamiche appaiono nella mia mente. E così prendo carta e penna o accendo il pc e lascio che l’immaginazione parli per me.
Un genere in particolare che prediligi?
Come per la musica, anche per la lettura non disdegno niente, ergo leggo un po' di tutto. Tuttavia il libro della mia vita è “L’amore ai tempi del colera” che considero un inno all’amore, alla passione, all'attesa della felicità e allo struggimento per amore. Quindi è un libro che celebra l’amore quello vero, quello eterno, o ancora quello con la "A" maiuscola. Ovviamente tra tutti i generi sono propensa a leggere romance in tutte le sue numerose sfumature, anche perchè io scrivo libri di questo genere.

Come mai la scelta di questo genere in particolare?
Non c’è un motivo in particolare per il quale scrivo erotici e romanzi rosa, forse è perché lo prediligo come genere da leggere, ma ho provato anche a cimentarmi con il fantasy ma il risultato è stato al quanto penoso. Scrivo rosa perché mi viene naturale, ma -magari- in futuro scriverò, che so, uno psicologico.
E ora parlaci un po’a ruota libera del tuo ultimo romanzo....
“Molto più di una bugia” è un romanzo romantico, a volte erotico, passionale e pieno di significato. Sidney è una ragazza che ha capito che nella vita, per ottenere quello che vuole, deve lavorare sodo e non farsi piegare da niente e da nessuno. Alcuni suoi colleghi la considerano un bulldozer, perché non si fa problemi sul lavoro a passare sopra a tutto e tutti quando ha un obbiettivo da raggiungere. È una donna che è pronta a rischiare il cento per cento se crede che ne valga la pena. David -invece- è un uomo che esteriormente sembra sicuro di se, forse a volte intimidatorio, ma che in realtà scappa dal suo passato. Si finge un’altra persona perché quello da cui scappa non aspetta altro che mettergli le mani addosso e ritrascinarlo indietro. Poi c’è Milen, un uomo sicuro di se stesso che la vita ha fatto crescere troppo in fretta. Ha in mano l’impero di famiglia, ma gli affari che conduce non sono tutti puliti e alla luce del sole. Sidney, David e Milen sono legati tra di loro e i due uomini si contendono il cuore della bella protagonista. Non mancano forti colpi di scena e donne del passato che tornano "a scombinare" il presente. Credo sia una lettura piacevole che non annoia e che tiene col fiato sospeso, ma ovviamente io sono di parte. Chi lo ha letto alla fine ha scelto da che parte stare. Team Milen o Team David? Io ho la mia preferenza, ma non la rivelerò per non influenzare il lettore!

Quanto c’è di autobiografico nel tuo ultimo libro?
Nulla, il mio ultimo romanzo pubblicato non ha niente a che fare con la mia vita. I personaggi principali sono nati per caso e il loro carattere si è evoluto nel corso della storia. Ma c’è sul mio pc un romanzo pronto molto autobiografico e non so se e quando vedrà la luce. Ci devo pensare e capire se voglio far leggere una parte importante di me al “mondo”.

Sii sincera: il tuo lavoro primario si può dire che sia in qualche modo una fonte d’ispirazione per i tuoi romanzi?
Tutto quello che mi accade intorno è fonte di ispirazione e quindi sì, anche il mio lavoro è fonte di ispirazione. Io sono una chef pasticcera e la pasticceria per molto tempo è stata quella che mi ha tenuta con i piedi piantati a terra. Sai, creare un dolce non è solamente una scarica di fantasia, ma in primis è precisione e armonia degli ingredienti ed è così anche per un romanzo. Del resto si crea una storia basandosi innanzitutto sulla fantasia, ma poi si devono dosare con “precisone” eventi, dialoghi, etc. Quindi nel mio caso il mio lavoro e la mia passione, la scrittura, vanno non solo di paripasso ma si fondono quasi! Comunque ancora non ho mai scritto un romanzo dove la pasticceria è un punto cardine della trama, ma non nego di averne una in cantiere.

In che situazione in particolare preferisci scrivere?
Mi piace scrivere di notte: adoro quel momento della giornata. È come se la fine di una giornata mi dia lo stimolo per trascrivere tutto quello che ho in testa. Ma alla fine quando ho una “botta di ispirazione”, come la chiamo io, ogni momento è buono, quindi ho sempre a portata di mano carta e penna o il telefono. Diciamo che l’ispirazione quando arriva arriva!

Prima di salutarci, vuoi rivelarci se hai qualche nuovo progetto che ci vuoi accennare senza fare spoiler?
Magari ne avessi solo uno in cantiere! La mia mante lavora troppo, così sono sommersa da trame e primi capitoli. Ma, comunque sì, al momento sto lavorando a un nuovo romanzo. È nato grazie ad un articolo letto su un quotidiano americano che mi ha dato lo spunto per questa nuova storia alla quale mi sto appassionando particolarmente. Sono ben lontana dal terminarlo, ma posso dirvi che sicuramente vedrà la luce nel 2019. E senza fare spoiler posso darvi alcuni dettagli: un lui, una lei, una differenza di età che peserà a volte su entrambi i protagonisti e personaggi secondari un po' particolari, tutto condito da colpi di scena, situazioni alle volte parecchio difficili da gestire per i protagonisti e poi ci saranno naturalmente eros e passione, del resto dobbiamo pur scaldare gli animi mentre si legge, no? Quindi seguitemi su Instagram (chiaramessinastories) se volete leggere estratti dei miei libri, inediti e quello che mi passa nella testa. Vi aspetto!