martedì 2 ottobre 2018

Attack the Sun, il 1° singolo "Nothing better" è un inno di incoraggiamento


"Nothing Better": primo singolo degli Attack the Sun è un inno di incoraggiamento, un grido che aiuta a superare gli ostacoli più duri nel cammino verso la consacrazione di un'artista.
Protagonista è l'artista "sotto attacco": l'unico freno e limite alla propria ascesa personale è dato dalla capacità di soppesare con intelligenza o meno le critiche e i giudizi altrui.
"Nothing Better" si presenta come ipotetica colonna sonora della vita di ogni artista, descrizione del difficile percorso tra avversità e crescita personale.

GUARDA IL VIDEO

ATTACK THE SUN
Attack the Sun è una band veronese nata nel Marzo 2015 e composta da Alessandro (voce e tastiere), Francesco (chitarra),Alex (basso) e Giacomo (batteria).
Il gruppo spazia all'interno dell'universo Alternative-Rock, in continua sperimentazione tra sound elettronici, riff più rockeggianti, vocalizzi melodici e strofe rap.
Prendono ispirazione da artisti quali: Muse, Twenty-One Pilots, Coldplay, Nothing But Thieves, Linkin Park, Thirty Seconds To Mars e Placebo.
A metà del 2016 il gruppo comincia a registrare il materiale della prima demo che poi è uscita da lì a qualche mese, sia in formato fisico che digitale.
Nel Settembre del 2017 partecipano al Marilù Rock Contest #5arrivando secondi.
Nel 2018 partecipano a vari contest tra cui Vicenza Rock Contest,Pistoia Blues FestivalSanremo Rock e Invasioni Sonore.
Lo scorso 26 Maggio vengono proclamati vincitori della nona edizione del Vicenza Rock Contest, vittoria che li propone direttamente sul palco del Ferrock Festival di Vicenza.
A fine Settembre vi sarà il prossimo live al MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza, Emilia-Romagna.

CREDITS
Recorded, Mixed and Mastered at Necdum Studio by Francesco 'Gonzo' Gonzato (www.facebook.com/necdumstudio)
Produced by Alessandro Stevani
Directed by Leonardo Bertoldi (www.500px.com/vanle0)
Shooting: Leonardo Bertoldi (www.500px.com/vanle0)
Band pics by Ilaria Pivato
Special thanks to Sorry Mom! (www.sorrymom.it)