sabato 15 settembre 2018

Sciacca Film Fest, sesta giornata

Giornata ricca di appuntamenti quella di oggi allo Sciacca Film Fest. Per la sesta giornata, il programma offerto, si preannuncia variegato e interessante.

A partire dalle 19, per la sezione “Letterando In Fest Estate”, ci saranno le presentazione di tre diversi volumi. Si tratta di “Sub umbra alarum tuarum” di Antonino Ciaccio, libro storico che ripercorre quasi un secolo di storia della città di sciacca. Alle 19,30, invece sarà la volta di “Il teatro Massimo. Architettura arte e musica a Palermo”, di Paola Barbera, Ivana Bruno e Giovanni Fatta. Mentre alle venti, “Screens wide shut- Cinema e massoneria” di Vincenzo Sacco.
In questa giornata non mancheranno poi i film: alle 20,30 nella sala Dei Palchi, per i documentari fuori concorso, “Sea sorrow. Il dolore del Mare” di Vanessa Redgrave.
Per lo Spazio Arena, due le proposte: alle 22 “La ragazza dei tulipani” di Justin Chadwick nella sala Dei Palchi. Alla 21, nell'Arena Giardino, il film “La Spartenza” di Salvo Cuccia, la pellicola in anteprima allo Sciacca Film Fest sarà in contemporanea con il SalinaDoc Fest e Il Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo.  E' un film, ispirato alla autobiografia di Tommaso Bordonaro, emigrato dalla Sicilia verso gli Usa nel 1947. Verrà proiettato in anteprima nazionale a Milano e, solo dopo due ore, in contemporanea a Sciacca e Salina. 
In programmazione stasera anche “Greetings from Austin”, l'ultimo lavoro del regista Vittorio Buongiorno, un docufilm che racconta il viaggio di Don Diego, chitarrista siciliano con la passione per il country che insieme alla sua band conquista un posto nella finale del “Ameripolitan” di Austin, prestigioso contest del genere country e rockabilly.  Si tratta di un film presente anche nel cartellone del festival di Marzamemi, Altra importante realtà festivaliera siciliana con la quale lo Sciacca Film Fest vanta qyuest'anno una prestigiosa collaborazione. Stasera, per la proiezione del documentario in concorso, sarà presente uno dei protagonisti della pellicola. 
Stasera, inoltre si chiuderà la rassegna itinerante in lingua originale del Festival del Cine Espanol, vera novità di questa edizione, che proporrà alle 22,30 nella sala Degli Archi,  il film “El Olivo” di Iciar Bollain.
Isabella Ragonese, attrice madrina della kermesse cinematografica, stasera tornerà sul palco dell'Arena Giardino con un' intervista insieme alla giornalista Rosy Abruzzo. La talentuosa attrice palermitana riceverà il Melqart, la statuetta fenicea in ceramica che rappresenta il festival saccense, direttamente dalle mani del patron Sino Caracappa. 
Tra gli Eventi Extra del festival, vi segnaliamo, alle 21, la proiezione di “Un baiano pirandelliano” di Eduardo Veneziano, un documentario ambientato in Sicilia che ha come protagonista l'artista Menelaw Sete. 
Per i  momenti di intrattenimento, da non perdere il tramonto in Badia con l'aperitivo “Sensi di-Vini” che stasera chiuderà con la musica di Nanà Jazz Trio. Appuntamento alle 19,30, nel Giardino dei Limoni. 
Per chi volesse far tardi con lo Sciacca Film Fest,  anche la sezione “After Hours: Quelli del '68” che allo scoccare della mezzanotte propone il film “Piccolo grande uomo” di Arthur Penn. 

Lo Sciacca Film Fest è realizzato grazie al contributo della Regione Siciliana, Assessorato Turismo Sport e Spettacolo – Ufficio speciale per il Cinema e l’Audiovisivo/Sicilia Film Commission, nell’ambito del progetto “Sensi Contemporanei”, dal Comune di Sciacca e dalle associazioni culturali Terramatta, Il cortile e dalla Vertigo s.r.l.