martedì 18 settembre 2018

Raimondo Todaro a Fattitaliani: mi assilla il pensiero di fare una brutta figura a Tale e quale show. L'intervista


Raimondo Todaro non delude nel ruolo di Gene Kelly cantando "I’m singing in the rain"! Straordinario nel ballo, un po’ meno nel canto ma viene subito incoraggiato da Loretta Goggi. 
L’emozione trapela tutta ma riesce comunque a strappare un decimo posto.

La prossima settimana lo vedremo nel ruolo di Michael Bublé e, dopo la tensione del debutto, se la caverà egregiamente! Non ci resta che aspettare!   
Da ballerino come sei finito a "Tale e quale show"? 
Chi me lo ha fatto fare? Non dormo più la notte!  
Così giovane e già i pensieri ti levano il sonno?  
Sai, il pensiero di fare una brutta figura mi assilla da metà luglio, da quando ho saputo di esserci e non sto scherzando, è la verità. Sono finito qui perché adoro il programma e l’ho sempre seguito in Tv. È una trasmissione che ti insegna tanto come chi ha la fortuna di fare Ballando con le stelle. Si ha la possibilità di arricchire il proprio bagaglio culturale. 
Ho sperato che mi prendessero. Giovanni Ciacci mi ha spinto a fare il provino perché mi sentiva canticchiare durante le mie docce interminabili e mi ha detto di provarci. L’ho fatto ma pensavo che se mi avessero preso, sarebbero stati dei pazzi ed evidentemente lo sono. 
Fra voi concorrenti siete affiatati? 
Al primo impatto, sembrerebbe di sì, siamo tutti che ce la facciamo un po’ sotto, si dà una parola di conforto un po’ a tutti per cercare di sostenerci l’un l’altro e fare un buon prodotto. Vedremo meglio strada facendo.
“Strada facendo” è un altro riferimento a Claudio Baglioni. Non puoi dire se ci sarà come personaggio da imitare ma almeno puoi dirci qual è il tuo ricordo delle canzoni di Baglioni? 
Sono cresciuto con Baglioni e lo adoro. Per i gusti musicali sono un po’ atipico, a dodici anni ascoltavo Frank Sinatra. Avrei paura a farlo perché se toppi un cantante al quale tieni particolarmente, è ancora peggio.
Speri di vincere o l’importante è partecipare? 
Spero di arrivare dodicesimo, facendo bella figura.

Elisabetta Ruffolo