giovedì 23 agosto 2018

IL COMPORTAMENTO SOCIOLOGICO DEI CONIGLI

Questo è un titolo che trovo calzante perché non tutti, ma, avendo studiato anche sociologia, il comportamento maschile sta scemando inesorabilmente.

Incontro a giugno un uomo. Un artista. Io visto che è due anni che non faccio un giorno di vacanze, avevo programmato le mie prima d'incontrarlo. 42 anni, artista in ascesa, iniziamo a conoscerci. Non esiste uomo più  narciso degli artisti. Ma io ho il carattere giusto per  comprenderli. La situazione diviene seria. Continui dialoghi su lui, lui, lui e su donne che lo vogliono. Ha incontrato la persona giusta. Tutto mi scivola perché io con tutti i miei difetti sono sicura di me. Quando sostengo "donne siate forti" lo dimostro.
Quest'uomo insiste perché io lasci il mio programma e stia con lui. Mi parla di personaggi famosi come io parlo del mio vicino di casa.
La mia razionalità s'illumina con un campanello che non voglio ascoltare.
Rimaniamo d'accordo che appena tornerò da vacanze già programmate ci vedremo. Mi parla di attori, registi, Maldive, viaggi.  Insomma sono la donna che ha sempre cercato. Cosa gravissima mi chiama moglie e mi dice che vuole sposarmi. Io specifico che non m'importa della sua posizione perchè é vera.  Voglio un uomo come lui perché io sono indipendente. Non amo il divismo. 
Ed ecco che appena mi lascio andare ed inizio a credere, lui mi strappa il cuore.
Mi occupo di moda, mi trovo a Forte dei Marmi. Vedo un abito che sarà un must per il prossimo inverno. Fine. Lui mi dice "Sara corri subito in negozio e compriamolo. Io ora sono all'Hotel de Russie (extra luxury Roma)" . Io rispondo che è troppo, anche se l'abito non è costoso, ma lui insiste. Così faccio. Tempo due ore mi richiama sostenendo che non mi dona, che i soldi non contano,che c'è qualcosa nel giro vita che non gli piace, e che ha visto degli stivali da 1300 euro stupendi. L'abito che ho scelto io è lontanissimo da 1300 euro. Io rimango stranita e il campanello che sentivo, diventa la campana di una chiesa.  Intanto io sono sicura del mio e non esiste capo o calzatura che non abbia avuto successo. Mi manda le immagini delle scarpe. Terribili! 
Avete presente i russi che indossano il Made in Italy con il nome della maison a caratteri cubitali? Da lì io rifiuto il suo dono e rifiuto che mi regali l'abito.
Capirete che è solo una scusa. 
Vedete le foto.
Ma sociologicamente il comportamento maschile è questo. Ma io non sono russa ecc... non sono cretina, e non cerco soldi ma onestà perché sono una donna che vive del proprio lavoro.
Sono rimasta basita. È arrivato un velo di tristezza. Ma io credo non nelle donne che pur di vivere bene abbassano il capo.  Io credo nel potere delle donne.
Quindi non voglio farmi rovinare una vacanza guadagnata e il vestito l'ho comprato Io! Vedete voi le immagini. Non solo ma è un quattro stagioni e l'inverno prossimo lo abbinerò ad un'ecopelliccia rosa e stivali altissimi. 
L'uomo scomparso ma prima massacrato. Con tutta umiltà credo di saper fare il mio lavoro!