giovedì 19 luglio 2018

Arte, la pittrice bulgara Daniela Stoykova a Fattitaliani: un artista ha bisogno di portare fuori le emozioni. L'intervista

di Andrea GiostraDaniela Stoykova, pittrice bulgara di stazza a Milano, ci parla della sua arte
Milano - Ciao Daniela, benvenuta e grazie per la tua disponibilità. Ai nostri lettori che volessero conoscerti quale artista, come ti presenteresti?
Ciao a tutti. Mi chiamo Daniela Stoykova e sono bulgara. Sono nata negli anni ‘90. Sono venuta in Italia per studiare musica classica, e per questo ho frequentato per tre semestri il conservatorio Guido Cantelli di Novara, dove ho studiato canto lirico, pianoforte e organo.
Ho cominciato a partecipare a tante mostre collettive con l’associazione Arte ad Arona, nella quale sono stata introdotta da alcuni amici italiani amante dell’arte. A gennaio 2018 ho fatto la mia prima mostra personale a Milano dal titolo “The Red Journey”, che è stata molto apprezzata sia dal pubblico che dai critici d’arte. Questo riconoscimento mi ha dato la motivazione per continuare a sviluppare, insieme alla musica, questo filone artistico della mia personalità. Dal 6 al 9 marzo scorso, per celebrare la Festa della Donna ho partecipato a una importante mostra collettiva dal titolo “DamArs. La Donna nell’Arte”, curata da Eva Amos con la partecipazione di Vittorio Sgarbi, tenuta presso il museo di Arte e Scienza di Milano, che ha visto la partecipazione di artisti emergenti provenienti da tutta Italia e da alcuni paesi dell’Est.
Adesso sono rientrata nel mio paese, in Bulgaria, e vivo a Sofia dove sto programmando tre mostre per questa estate. A settembre rientrerò a Milano per partecipare alla Fiera dell’Arte Contemporanea. 
Ci parli della tua ultima mostra personale, “My Way”, che hai realizzato proprio qualche giorno fa, dal 14 luglio 2018, a Sofia, tuo paese di nascita? 
Sono nata in una città bulgara che si chiama Nova Zagora, anche se adesso abito a Sofia, la capitale del mio paese, la Bulgaria. “My Way” è la seconda personale che organizzo dopo il successo di “Moods” realizzata dal 22 giugno al 1° luglio 2017 nella prestigiosa galleria “La Casa di Sofia” di Sofia appunto. Il vernissage è stato fatto sabato scorso, 14 luglio 2018. Sono molto contenta per l’interesse dei media e soprattutto per la presenza di sei importanti network televisivi e radiofonici bulgari. L’idea della mostra è quella di raccontare attraverso l’arte il mio percorso artistico e di vita che ho vissuto nell’ultimo anno in Italia. Le opere hanno preso ispirazione dall’Italia e raccontano i miei stati d’animo, le mie emozioni, le mie esperienze di vita italiana. Ogni opera rappresenta un mese della mia vita. 
Quali sono le ultime mostre alle quali hai partecipato? Cosa ti hanno lasciato che ci vuoi raccontare?
Le ultime mostre alle quali ho partecipato sono Moods e My Way. Mi hanno lasciato tante belle emozioni. In entrambi ho arricchito l’evento con un piccolo concerto, pezzi del repertorio lirico. Questa idea mi ha dato spunto per inaugurare la prossima mostra con un vero e proprio concerto lirico personale.
Come definiresti il tuo stile pittorico? C’è qualche artista al quale ti ispiri? 
La mia tecnica è arte astratta, figurativa ed emozionale. Non posso definirla in modo più preciso. Mi ispirano tanti pittori: dai capolavori di Michelangelo e Leonardo Da Vinci ad artisti contemporanei del futurismo come Vesod Brero, Stan and Lex. Mi piacciono i lavori di Pete Rumney e il pittore bulgaro Pavel Mitkov e anche del pittore russo Aivazovsky e Leonid Efremov. 
Chi sono stati i tuoi maestri? 
Non ho mai avuto dei veri e propri maestri che mi hanno insegnato una tecnica pittorica precisa.
Ho studiato la pittura all’università di arte di Plovdiv, dopo gli studi mi sono trasferita a Sofia dove ho studiato canto lirico. La pittura ho iniziato a sperimentarla nel mio laboratorio. Questo mio approccio sperimentale mi ha portata a migliorare sempre di più la tecnica astratta alla ricerca di qualcosa di nuovo e stimolante. 
A cosa serve un critico d’arte secondo te? E perché è importante per un artista il suo giudizio, la sua opinione artistica? 
Secondo me un critico d’arte è bravo quando sa descrivere i punti di forza e i punti di debolezza di un artista. Quando sa dare consigli per migliorare l’espressione artistica, e sa indicare i campi dove potrebbe avere successo. In teorica il critico d’arte dovrebbe conoscere i gusti artistici della gente, di quel particolare paese, e dovrebbe sapere indicare i punti più innovativi di quell’arte in particolare perché possa interessare e catturare quel pubblico. 
Come è nata la tua passione per la pittura e per l’arte? Qual è il tuo percorso artistico? 
Dipingo da quando sono piccola, la scuola mi è stata d’aiuto per decidere di proseguire in questa direzione artistica. Un’altra professione sapevo sin da bambina che non mi avrebbe dato tanta soddisfazione. 
Perché secondo te oggi l’arte, la pittura, la scultura, sono importanti e vanno promossi e seguiti dalle persone? 
Le persone hanno bisogno di qualcosa che dia senso alla loro vita, alla nostra vita, che la renda più bella e stimolante. Sono queste le cose che ispirano l’artista, che ci danno forza di continuare con i nostri impegni grigi della vita quotidiana. Secondo me l’arte è qualcosa che portiamo dentro di noi. Un artista ha bisogno di esprimere quello che ha dentro per sentirsi realizzato con sé stesso. Ha bisogno di portare fuori le emozioni, non è qualcosa che “Devi” fare, ma è una “Necessità” di vita. 
Cosa consiglieresti a giovani donne che volessero cimentarsi nella tua professione? Quali i tre consigli più importanti che ti senti di dare?
Sono un’artista che si sente ancora molto giovane. Quello che posso dire è di non abbandonare mai i sogni, di essere attivi e determinati, e di fare tutto quello che viene in mente. I risultati con il tempo arriveranno. L’importante è non rinunciare all’arte. IO lo so che è difficile all’inizio, per me è stato così. Possedere talento, il talento per l’arte, non è un caso, e di questo bisogna esserne consapevoli. È un dono di Dio che bisogna coltivare e portare sempre avanti nella vita. 
Dove potranno seguirti i tuoi fan?
Questi i miei link socia. Il mio sito web https://fresh-f-nz.wixsite.com/danielastoykovaart ; la mia e-mail danielastoykova@abv.bg ; La mia Pagina Facebook è “Daniela Stoykova Art”; Il mio profilo Facebook personale “Daniela Stoykova”.

Daniela Stoykova

Andrea Giostra