sabato 5 maggio 2018

IIC Montréal, mercoledì 9 maggio conferenza con Fabio Negrino “La Liguria delle origini. Nuovi studi e ricerche sul Paleolitico italiano”

Ingresso libero. Prenotare qui. Fabio Negrino (Università degli Studi di Genova): “La Liguria delle origini. Nuovi studi e ricerche sul Paleolitico italiano”.

L’Istituto Italiano di Cultura di Montréal, in collaborazione con il Département d’Anthropologie dell’Université de Montréal, è lieto di presentare la conferenza del Prof. Fabio Negrino (Università degli Studi di Genova): La Liguria delle origini. Nuovi studi e ricerche sul Paleolitico italiano.

Mercoledì 9 maggio 2018, 18:00 Entrata libera
Istituto Italiano di Cultura di Montreal
1200 Av. du Dr Penfield
Conferenza in lingua italiana

Muovendo dalle recenti ricerche nei siti archeologici di Riparo Mochi e di Riparo Bombrini (in particolare, le aree archeologiche dei Balzi Rossi, tra Ventimiglia e il confine con la Francia; e, l’Arma Veirana, in Val Neva, entroterra d’Albenga), il Prof. Negrino si diffonderà sia sulla vita degli ultimi uomini di Neanderthal che abitarono la Liguria, sia sui primi Homo Sapiens, nostri antenati, vissuti oltre 40.000 anni fa. Come più volte affermato dallo stesso Prof. Negrino, la Liguria “vanta la presenza di numerosi siti riferibili alle età più antiche della storia europea, risalenti al lunghissimo periodo del Paleolitico”, una circostanza questa rivelata dalla più recente attività di ricerca svolta in sito dalla comunità scientifica internazionale”.

Fabio Negrino è Ricercatore presso l'Ateneo genovese, dove insegna Preistoria e Protostoria. Ha conseguito il dottorato di ricerca in archeologia preistorica presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Si è laureato in lettere classiche e specializzato in archeologia, nonché ottenuto una borsa postdottorale alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Pisa. Si è occupato di differenti aspetti della ricerca preistorica e protostorica, dal Paleolitico inferiore all’età dei metalli, approfondendo sia le problematiche più prettamente culturali sia quelle di carattere ambientale. Ha partecipato a numerosi scavi archeologici in Italia e all’estero. È attualmente impegnato in due progetti: il primo, relativo all’estinzione dei neandertaliani e all’origine e diffusione dell’uomo anatomicamente moderno (scavi al Riparo Bombrini e all’Arma Veirana, in Liguria); il secondo, invece allo studio del popolamento dell’Appennino ligure-emiliano durante la preistoria, con particolare attenzione all’estrazione e allo sfruttamento delle materie prime silicee (scavo di Ronco del Gatto, in Emilia Romagna).

Information
Date: Mer 9 Mai 2018

Heure: Alle 18:00

Organisé par : Istituto Italiano di Cultura di Montréal

en partenariat avec : Département d’Anthropologie dell’Université de Mon

Entrée : Libre