mercoledì 11 aprile 2018

Teatro, Giancarlo Porcari in “SKETCH ANARCHICI” per raccontare la cronaca divertendo. L'intervista di Fattitaliani

14 e 15 aprile, Barnum Seminteatro “SKETCH ANARCHICI” scritto e diretto da Gabriele Mazzucco. Con Giancarlo Porcari, Guido Goitre, Andrea Alesio, Paola Raciti e Leonardo Conte. Il Testo era stato già portato in scena anni fa, al Teatro Le Maschere e con un Cast diverso, ottenendo un grande successo di pubblico. Si ride, si sdrammatizza e alla fine arriva un retro pensiero che aiuta la gente a riflettere. Il Barnum ancora una volta colpisce nel segno raccontando la verità di fatti anche gravi ma divertendo il pubblico. Per Fattitaliani.it abbiamo intervistato Giancarlo Porcari.

Uno spettacolo di protesta al solo fine di fare cronaca e nulla più. Perché? 
Per raccontare la cronaca divertendo, allo scopo di alleggerirlo, documentando un po’ tutto. Il veicolo più importante per arrivare facilmente alla gente è proprio quello del divertimento. Gabriele Mazzucco l’autore ha trovato questa chiave molto intelligente, efficace, di raccontare fatti accaduti, in maniera leggera, divertente e allo stesso tempo anche ficcante.
Tutto non va come dovrebbe andare… 
Tutto va com’è andato nella Storia dove sono successi fatti che non dovevano andare in un certo modo eppure si sono registrati e noi quei fatti cerchiamo di non dimenticarli. Mantenendoli sempre nella tragedia di quando sono successi. 
In che cosa è incentrato lo spettacolo? 
Su sei sketch tra i quali c’è anche la storia del poliziotto che ha sparato durante una manifestazione e il proiettile ha preso una direzione sbagliata.  L’organo pubblico cerca purtroppo di sotterrare le prove che potrebbero incolparlo. Noi giochiamo sull’argomento dando la colpa a questi proiettili che prendono una traiettoria diversa.
Come si fa a divertire e a divertirsi in scena trattando temi storico politici? 
Per divertirsi in scena si cerca di prendere con il massimo della leggerezza un periodo storico che altrimenti sarebbe risultato pesante com’è stato quello degli anni '80. Ripercorriamo anche la storia dell’antica Roma. Parliamo di Pietro che viene giustiziato da un antico romano e sembra che Pietro voglia convincere il centurione a cambiare idea sul Battesimo, ad avvicinarsi alla Fede, a credere nella Resurrezione di Cristo. Tutto questo un attimo prima di andare in pasto ai leoni. Raccontiamo anche l’aneddoto degli indiani che vengono cacciati dalla loro terra per la prepotenza degli americani.

Elisabetta Ruffolo
Leggi qui gli articoli di Elisabetta Ruffolo