venerdì 13 aprile 2018

Teatro, Gabriele Carbotti in "Claustrofobia" commedia che fa provare ogni emozione possibile. L'intervista di Fattitaliani

Gabriele Carbotti è tra gli interpreti di Claustrofobia spettacolo diretto da Alberto Ferrari in scena con Andrea Dianetti e Fabrizio D’Alessio in scena al Teatro dei Servi dal 24 aprile al 13 maggio. Gabriele, inoltre scrive e dirige commedie. Fattitaliani lo ha incontrato prima del debutto di Claustrofobia.

Al debutto il 24 con lo spettacolo Claustrofobia, una commedia di stretta attualità con molti colpi di scena, ci puoi raccontare di più? 
Il sottotitolo può raccontare molto di più riguardo alla storia dello spettacolo, "Black comedy bancaria"... Il testo mette a confronto tre persone molto diverse tra loro che hanno a che fare con lo stesso dramma, un recente scandalo che ha riguardato l'economia del nostro paese. La caratteristica principale, però, resta la comicità amara ma esilarante che l'autore Gianni Quinto è riuscito a cucire dentro le sue battute e la regia agile e precisa di Alberto Ferrari. 
Ci puoi raccontare del tuo personaggio? 
... Non proprio... mettiamola così, entro con una pistola e una maschera sul viso... Il resto si deve scoprire a Teatro! 
Un motivo per cui venire a vedere lo spettacolo al Teatro de Servi? 
Mi sento un po' come l'oste che esalta il suo vino, ma penso davvero che in questo secondo lavoro di #MaiNaGioia Spettacoli ci siano tutti gli ingredienti per mettere d'accordo sia un pubblico abituato alle sale teatrali che i meno avvezzi. Si ride moltissimo, è vero, ma si esce dal teatro avendo provato ogni emozione possibile.
Quale è stato il suo percorso professionale? 
Tanto teatro, dalla tenera età di 13 anni. Scuole di formazione e palcoscenici molto piccoli e polverosi come istruzione e esperienze varie anche nel cinema e nella TV. 
Cosa sogna nel suo percorso professionale? 
Woody Allen alla regia, Robert De Niro e Al Pacino nel cast insieme a Meryl Streep in un film scritto da Charlie Kaufman. Mi andrebbe bene sia far parte del film che guardarlo al cinema in realtà!