venerdì 9 marzo 2018

Strisce blu, quando le multe possono essere annullate

Molte delle multe elevate sulle strisce blu per mancato pagamento del ticket sono illegittime e possono quindi essere annullate facendo ricorso al Giudice di Pace.
In questo articolo vi spiegheremo i due principali motivi di illegittimità delle multe sulle strisce blu. Basta leggere il codice della strada per capire come mai chi viene multato per aver parcheggiato negli spazi riservati alla sosta a pagamento, senza esporre il necessario tagliando, può vedersi annullare l’odiosa contravvenzione.

di Joey Borruso - Il Comune non può elevare multe per mancata esposizione del tagliando di pagamento nelle strisce blu se non ha predisposto, nelle immediate vicinanze, anche aree di parcheggio gratuite e senza dispositivi di controllo della durata della sosta. Le strisce blu e quelle bianche devono essere distribuite in modo equo tra loro e non si possono prevedere solo spazi a pagamento. 
Questo vuol dire che, se il Comune non ha adempiuto a tale onere, le eventuali contravvenzioni per mancato pagamento del ticket sono tutte nulle. 
Fanno eccezione solo le aree pedonali, le zone a traffico limitato (Ztl) e le zone dichiarate dal Comune di particolare rilevanza urbanistica (Zru), individuate e delimitate dalla giunta comunale. 
In tali casi bisogna verificare se nelle vicinanze alle strisce blu dov’è stata parcheggiata l’auto, ci siano anche spazi delimitati dalle strisce bianche. Per essere certi però che il vostro ricorso venga accolto dal giudice, è consigliabile verificare presso il Comune il piano stradale che stabilisce la ripartizione delle strade tra aree di sosta a pagamento e gratuite. 
Oltre a questo, c’è un altro motivo che rende nulle la quasi totalità delle multe sulle strisce blu: il codice della strada prevede che le aree destinate al parcheggio debbano essere ubicate fuori della carreggiata e comunque in modo che i veicoli parcheggiati non ostacolino lo scorrimento del traffico. Sono quindi illegittime le contravvenzioni elevate per sosta sulle strisce blu se queste aree sono state ricavate, cosa che quasi sempre avviene, lungo la stessa strada destinata al traffico e quindi causando il restringimento della carreggiata. Questo rende di fatto nulle gran parte delle multe per mancato pagamento del ticket.
E un cittadino palermitano, componente dell’Associazione Comitati Civici Palermo, appellandosi a questa ultima regola riesce a farsi annullare tutte le multe: “Ormai rifiuto di pagare il ticket per le strisce blu illegittime - dice Guglielmo Canino - in via Generale di Maria, zona via Notarbartolo, ho preso due multe entrambe annullate dal Giudice di Pace perché le strisce erano ubicate nella carreggiata”.